A- A+
Green
I gas di scarico dei propulsori dei razzi aumentano la temperatura atmosferica

Anche i razzi inquinano, ecco lo studio condotto e pubblicato dall'Università di Nicosia

L'impatto sull'inquinamento prodotto dai frequenti lanci dei razzi, secondo uno studio condotto dall'Università di Nicosia e pubblicato su Physics of Fluids di AIP Publishing, dimostra che aumenta la temperatura atmosferica. Per stabile tutto questo,  è stato valutato il trasferimento di calore, di massa e la rapida miscelazione dei sottoprodotti della combustione per altitudine fino a 67 chilometri nell’atmosfera terrestre.

La tecnologia spaziale riutilizzabile ha portato ad un aumento del trasporto spaziale a un costo inferiore, come reso popolare dai voli spaziali commerciali di aziende come SpaceX e Virgin Galactic. Tuttavia è poco compreso, che sono le emissioni di propulsione dei razzi che creano un riscaldamento significativo e cambiamenti di composizione nell'atmosfera.

A tal proposito, il coautore dello studio, Dimitris Drikakis afferma: "Una migliore comprensione delle emissioni dei razzi richiede la modellazione e la simulazione della dinamica dei fluidi dei gas di scarico dei razzi nell'atmosfera". In particolare, il team ha modellato i gas di scarico e lo sviluppo del pennacchio a diverse altitudini lungo una traiettoria tipica di un razzo standard di oggi. Lo hanno fatto come esempio prototipo di razzo a due stadi per trasportare persone e carichi utili nell'orbita terrestre e oltre.

Mentre, il coautore Ioannis Kokkinakis dichiara: "Dimostriamo che l'inquinamento dei razzi non deve essere sottovalutato poiché i frequenti lanci futuri di razzi potrebbero avere un effetto cumulativo significativo sul clima terrestre". Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che la produzione di ossidi di azoto termico (NOx), componenti dello scarico della combustione, può rimanere elevata fino ad altitudini con una pressione atmosferica ambiente superiore o anche leggermente inferiore alla pressione di uscita degli ugelli, cioè al di sotto di un'altitudine di circa 10 km.

Drikakis conclude: "Ci auguriamo che le compagnie di volo commerciale, come SpaceX, Virgin Galactic e New Shepard, e i loro produttori di motori associati, considerino questi effetti nei progetti futuri".

 

Leggi anche: 

Gas, la svolta di Eni: "Apriremo due conti in Russia: uno in euro e uno rubli"

Germania, no al nucleare e scontro con Macron. Così rallenta l'addio a Mosca

Referendum, Calderoli: "E' boicottaggio, c'è un piano per farli fallire"

Garavaglia: "Reddito di cittadinanza al 50% per gli stagionali del turismo"

Top Manager Reputation: Descalzi vola al primo posto, poi Starace e Messina

Chiellini: dopo le lacrime, le scelte: calciatore negli USA o dirigente Juve?

Papa Francesco show: “Come va il ginocchio? Mi servirebbe un po di tequila” . VIDEO

Enel, al via la strategia Net Zero per il settore delle reti

Banca Mediolanum, in onda stasera il format "Proteggi il tuo domani"

Gruppo ENAV: a Roma la quarta edizione del Sustainability Day

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    inquinamentorazzi





    in evidenza
    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.