A- A+
Lavoro
Ammortizzatori in deroga, le precisazioni del Ministero
logo fondazione studi
 

Con la circolare n.4 del 2 febbraio 2016 il Ministero del Lavoro fa sapere che quanto disposto nel decreto sul riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (dlgs n. 148/2015) sulle integrazioni salariali ordinarie e straordinarie e sui fondi di solidarietà non si sovrappone a quanto disposto dal decreto interministeriale n. 83473 del 01 agosto 2014, che disciplina, invece, i criteri di concessione degli ammortizzatori sociali in deroga, sia in costanza che in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

Nella circolare vengono illustrati i lavoratori beneficiari degli ammortizzatori in deroga, precisando i criteri di anzianità aziendale (12 mesi di anzianità dalla data di assunzione presso l’azienda che presenta la domanda) e i trattamenti previsti per gli apprendisti. Vengono indicati a seguire: il contributo addizionale per le imprese, le modalità di erogazione e il termine per il rimborso delle prestazioni, i termini per la presentazione della domanda e il rimborso per le quote di Tfr maturate. La circolare termina precisando che la Legge di Stabilità 2016 ha dettato disposizioni per la concessione e la proroga del trattamento di integrazione salariale e di mobilità in deroga, a decorrere dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2016.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.