A- A+
Libri & Editori
Pasolini, lettera inedita al primo editore: "Voglio saldare il mio debito"

Trovata lettera inedita di Pasolini, scriveva al suo editore per saldare il debito contratto per stampare il primo libro

"Gentile sig. Landi, vi chiedo scusa per il ritardo con cui mi ricordo di voi. Ma mi son capitate tante vicende e tanti contrattempi! Fortunatamente voi siete così paziente e gentile. Vi prego di farmi pervenire la somma che ancora vi devo e che conto di saldare subito. Vi saluto cordialmente".

Così scriveva, in una lettera inedita, il ventunenne Pier Paolo Pasolini nel febbraio 1943 a Mario Landi, il libraio antiquario bolognese che nel 1942 aveva dato alle stampe Poesie a Casarsa, il suo debutto con versi in friulano.

Pasolini aveva pagato di tasca propria la stampa del libro e nella breve missiva - pubblicata online da Tortuga Magazine - lo scrittore si mostra preoccupato di saldare il suo debito. La Libreria Antiquaria Landi in piazza San Domenico a Bologna aveva pubblicato il volumetto in brossura in 300 copie numerate con poesie in dialetto friulano scritte da Pasolini nel paese della madre, Casarsa.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    libripasolini
    in evidenza
    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    Scatti d'Affari

    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    i più visti
    in vetrina
    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.