A- A+
Marketing

Sec, società specializzata nel mercato italiano dei servizi di advocacy, pr e comunicazione integrata, ha avviato il processo di ammissione sul mercato londinese Aim Uk. La chiusura dell’operazione è prevista entro il prossimo mese di luglio.

Con il road-show organizzato oggi in contemporanea a Londra e Milano, spiega una nota, Sec, fondata nel 1989 a Milano e oggi prima società indipendente nel mercato italiano dei servizi di advocacy, pr e comunicazione integrata, avvia il processo di quotazione all’Aim Uk, sistema multilaterale di negoziazione gestito dal London Stock Exchange.

Il collocamento privato, rende noto la Sec, sarà riservato a investitori professionali e avverrà attraverso un aumento del capitale sociale a pagamento in via scindibile, con esclusione del diritto di opzione, per complessivi massimi 4,1 milioni di euro nominali, mediante emissione di massime n. 4.166.000 azioni, senza valore nominale.

È previsto inoltre un aumento di capitale, in via gratuita e scindibile, per un importo pari a massimi 675mila euro nominali, mediante l’emissione di n. 675mila azioni ordinarie, prive di valore nominale, aventi le medesime caratteristiche di quelle in circolazione, da assegnare quale piano di stock grant riservato a tutti i dipendenti (esclusi dirigenti e amministratori).

L’Ipo è finalizzata prioritariamente alla raccolta di risorse finanziarie (tra i 4,5 e i 6,5 milioni di euro) per sostenere e potenziare la crescita della Società a partire dal mercato europeo, dove è oggi presente con le proprie controllate Cambre (Bruxelles), Ach Cambre (Madrid e Barcellona) e Kohl PR (Berlino).

“In questi ultimi anni” – sottolinea Fiorenzo Tagliabue, presidente e fondatore della Società – “Sec ha conosciuto uno sviluppo importante nel mercato domestico, che l’ha portata ai vertici, e ha intrapreso un significativo processo di crescita internazionale con acquisizioni a Bruxelles, Madrid e Berlino. Ora vogliamo proseguire proprio su questa strada, che ci pare un percorso obbligato per chi, come noi, opera in una ‘industry’ che si configura come naturalmente globale. In particolare la prima acquisizione subito dopo l’Ipo sarà proprio a Londra, in UK, dove siamo in una fase molto avanzata nella trattativa con una società con un fatturato superiore ai 3 milioni di sterline, focalizzata su corporate e public affairs.

“La quotazione ci darà quindi risorse preziose per dare ulteriore impulso e slancio a questo percorso, con un’attenzione particolare e strategica alle opportunità offerte dall’ambiente digitale. Non solo: con la quotazione vogliamo trasformare Sec da società nelle mani di pochi azionisti, come è oggi, in una vera public company, con una partecipazione sempre più significativa di quanti collaborano con noi, in Italia e all’estero.”

“La scelta di quotare Sec a Londra” – aggiunge il ceo Cesare Valli – “nasce da due considerazioni fondamentali: da una parte l’obiettivo di rafforzare il posizionamento internazionale del Gruppo, dall’altra la consolidata, esperienza dell’Aim londinese nell’ospitare e gestire titoli della nostra industry (media company)”.

Advisor dell’operazione sono: Ubs Italia, in qualità di financial advisor; Wh Ireland, in qualità di nomad e broker; Integrae SIM, joint bookrunner e placing agent; per la parte legale Nctm per l’Italia nonché Gowling Wlg e Hill Dickinson per i profili Uk, e Bdo Uk e Bdlo Italia in in qualità di auditor.

Tags:
secaimlondraborsarelazioni pubbliche
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

i più visti
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.