A- A+
MediaTech
Consip, Belpietro: "Feltri difende i suoi padroni"

Prosegue la querelle tra Maurizio Belpietro e Vittorio Feltri sul caso Consip. Questa mattina in prima pagina su 'La Verità', Belpietro firma un editoriale durissimo dal titolo: "Ma Feltri difende chi lo paga, noi solo la verità". E nel pezzo spiega: "C'è un fatto: questo giornale ha pubblicato tutte le notizie sul caso Consip. 'Libero' no: le ha nascoste, per tutelare gli affari del suo editore con il governo Renzi. Vittorio pensava di diventare il nuovo Montanelli, invece ha fatto la fine di Ridolini".

E in effetti balza all'occhio come sulla prima pagina di 'Libero' di oggi non ci siano notizie sul caso Consip. Non solo, per trovare qualcosa sulla vicenda che riguarda il padre di Renzi e il ministro Lotti bisogna arrivare addirittura fino a pagina 8.

Se i due ex amici-colleghi non si fermano chissà dove arriveremo. Ogni giorno ci sono accuse e risposte al vetriolo. Manca solo che Belpietro e Feltri finiscano per attaccarsi tirando in ballo eventuali amanti o problemi di aerofagia. Lo diciamo in modo ironico, ma ormai è diventata una telenovela infinita.


IL NUOVO AFFONDO DI MAURIZIO BELPIETRO CONTRO VITTORIO FELTRI SU LA VERITA'

La Verità (1)
La Verità (2)
 
Tags:
feltri belpietro
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.