A- A+
MediaTech
AstraZeneca, Scanzi vaccinato "come panchinaro e gli imbecilli fanno polemica"
Andrea Scanzi (Lapresse)

"Sono stato vaccinato come 'panchinaro' e gli imbecilli fanno polemica". Andrea Scanzi, con un lungo post su Facebook, ribadisce di aver ricevuto ad Arezzo il vaccino contro il coronavirus "come panchinaro", con un iter "tutto regolare, tutto alla luce del sole".

"Dopo l’ordinanza del generale Figliuolo di lunedì scorso, che ribadiva di dover usare a fine giornata tutte le dosi a qualsiasi costo e di non sprecarne neanche mezza, ho detto al mio medico di base la frase che ho ripetuto ieri (venerdì, ndr): 'Se avanza una dose a fine giornata, non la vuole nessuno e la buttate via, io ci sono. Nel rispetto della legge e senza scavalcare nessuno (ci mancherebbe!)'. Sono stato così inserito nella lista dei panchinari. Una lista che a dire il vero esisteva anche prima dell’ordinanza di Figliuolo, ma che era meramente verbale. Per meglio dire, tu lo dicevi al tuo medico di base che, se ti reputava idoneo, segnalava il tuo nome al responsabile del piano vaccinale", scrive il giornalista.

"Nel mio caso, essendo figlio unico e 'caregiver familiare' avendo due genitori nella categoria 'fragili', avrei comunque potuto vaccinarmi grazie a un’ordinanza regionale fortemente voluta anche dall’ottimo Iacopo Melio", aggiunge facendo riferimento all'iniziativa del consigliere regionale Pd. "Ma mi sono comunque iscritto anche nella lista, fino a ieri “solo” verbale e non online, dei panchinari del vaccino. "Tutto regolare, tutto alla luce del sole. Con buona pace di qualche imbecille (compreso qualche finto amico e pseudo-politico) che ha provato a fare polemica anche su un gesto che voleva, e vuole, esortare alla vaccinazione. Poveri imbecilli. Posso garantirvi che, ieri, non c’era certo la fila per vaccinarsi con Astrazeneca", prosegue.

"Sono molto felice che, come ha scritto con correttezza rara il sito Sr71 dopo una ricerca meritoria, anche grazie al mio esempio e al mio post di ieri ci si potrà finalmente iscrivere in Toscana come 'panchinari dei vaccini' in un sito apposito. Era ora. E ne andrò sempre orgoglioso!", afferma ancora Scanzi. "Molti mi hanno chiesto come fare. Fino a ieri si poteva fare solo verbalmente, da oggi si può fare qui: https://www.uslsudest.toscana.it/adesione-vaccinazione... Iscrivetevi e rendetevi disponibili. Astrazeneca è un vaccino sicurissimo ed io, a titolo personale, a oggi dopo più di 24 ore non ho avuto neanche mezzo effetto collaterale", aggiunge Scanzi nel messaggio pubblicato nella tarda serata di sabato. "Non arrendiamoci: ne usciremo".

Commenti
    Tags:
    covidvaccinoandrea scanzicoronavirus
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Affaritaliani.it compie 25 anni In tribunale: "Che cos'è Internet?"

    Il racconto a puntate del direttore Angelo Maria Perrino

    Affaritaliani.it compie 25 anni
    In tribunale: "Che cos'è Internet?"

    i più visti
    in vetrina
    Federica Pellegrini con gli slip a letto: foto Divina. E Emily Ratajkowski...

    Federica Pellegrini con gli slip a letto: foto Divina. E Emily Ratajkowski...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.