A- A+
MediaTech
Il nuovo film di Nanni Moretti floppa al botteghino, la solita trama radical-chic non funziona più

Il nuovo film di Nanni Moretti floppa al botteghino

Il nuovo film di Nanni Moretti, “Il sol dell’avvenire” è un tipico film morettiano, scusate il gioco di parole, ma al botteghino non va bene. Analizzando infatti il dato più recente - e cioè il ponte del 25 aprile - il film del regista romano conquista il secondo posto con 947.357 € di incasso e con 139.043 spettatori al giorno in 478 sale, con una media di soli 72 spettatori a sala, strabattuto da Super Mario Bros con 1.751.489 euro e 235.105 presenze in 576 sale.

Naturalmente, il paragone del film di Moretti con una corazzata come Super Mario Bros è impietoso ma il dato degli spettatori per sala pure. Ma veniamo al film e la sua “sociologia”. Iniziamo dagli spettatori fan di Moretti che sono facilmente riconoscibili. Intanto sono in media di una certa età. Signore con vestiti un po’ infeltriti anni ’70, capelli rigorosamente non tinti, scarpe da ginnastica, sciarpette fucsia, accento raffinato, eloquio forbito. 

Parimenti gli uomini. Impermeabili color grigio topo, occhialetti alla John Lennon, generalmente alti come il regista per mimesi affettiva, con l’ombrelletto perennemente in mano anche se non piove. La loro copertina di Linus. Mangiano spesso gianduiotti che scartano avidamente sotto le luci al neon dei cinema. E veniamo al film. La trama è quella del “film nel film”, con il regista Giovanni – alter ego del regista vero - che racconta in parallelo lo svolgersi del suo film sulla crisi del comunismo e quello di un altro regista che non stima per niente che gira un film violento. Tutti e due prodotti dalla moglie Paola (Margherita Buy). Una donna complessa e in crisi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cinemafilmmoretti





in evidenza
Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

Lady Kanye West sfila a Parigi

Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto


in vetrina
Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)

Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)


motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.