A- A+
MediaTech
Musk pagherà le vertenze di lavoro causate da un Tweet
Elon Musk e il nuovo logo Twitter

Elon Musk annuncia che pagherà a chiunque le vertenze di lavoro causate dai tweet

Licenziati, o mobbizzati, o comunque nel mirino di un capo al lavoro per un tweet di troppo. Di storie finite male ne sono pieni gli archivi. Spesso è complicato difendersi. Ma da oggi il problema delle spese legali, per chi volesse scaricare via Twitter le proprie frustrazioni lavorative o i problemi di ufficio. Ci penserà Elon Musk. Non in persona, certamente, ma attraverso uno staff legale che a titolo completamente gratuito seguirà ogni aspetto giuridico di una controversi al lavoro sorta per l'uso del social media. 

Lo ha annunciato lo stesso Musk, attraverso X, come ormai si chiama Twitter. Gli utenti, tra cui molte celebrità e influencer, si sono occasionalmente trovati in acque agitate con i loro datori di lavoro per questioni controverse che hanno pubblicato, apprezzato o ritwittato sulla piattaforma. "Se sei stato trattato ingiustamente dal tuo datore di lavoro a causa della pubblicazione o del gradimento di qualcosa su questa piattaforma, pagheremo la tua fattura legale", ha scritto sul sito. "Nessun limite. Fatecelo sapere."

Musk non ha fornito dettagli su come gli utenti potrebbero richiedere i loro soldi. Da quando il magnate ha acquistato la piattaforma di social media per 44 miliardi di dollari lo scorso ottobre, la sua attività pubblicitaria è crollata, in parte a causa del suo approccio più libero nel bloccare l'incitamento all'odio e il ritorno di account di estrema destra precedentemente vietati. Musk ha ripetutamente citato il desiderio di libertà di parola come motivazione dei suoi cambiamenti e si è scagliato contro ciò che vede come la minaccia posta alla libertà di espressione dal cambiamento delle sensibilità culturali.

Secondo l'organizzazione no-profit Center for Countering Digital Hate (CCDH), l'incitamento all'odio è fiorito sulla piattaforma. X ha contestato i risultati e ha citato in giudizio il CCDH.

A dicembre, Musk ha ripristinato l'account Twitter dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, anche se Trump deve ancora tornare sulla piattaforma. L'ex presidente è stato bandito da Twitter all'inizio del 2021 per il suo ruolo nell'attacco del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti da parte di un gruppo di suoi sostenitori che cercavano di ribaltare i risultati delle elezioni del 2020.

X ha recentemente reintegrato il rapper e designer Kanye West circa otto mesi dopo che il suo account è stato sospeso, secondo i resoconti dei media.

Lo scorso autunno, West, che ora diventa professionista da Ye, ha pubblicato un'immagine che sembrava mostrare una svastica intrecciata con una stella di David, e Musk ha sospeso l'artista dalla piattaforma

Iscriviti alla newsletter
Tags:
musktweettwitter





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.