A- A+
MediaTech
TeleJato, chiude la tv anti-malavita: "Non ci ha uccisi la mafia, ma lo Stato"
Pino Maniaci, fondatore e direttore di TeleJato

TeleJato chiude, salta l'ingresso nel nuovo digitale terrestre. Il direttore: "Non c'è riuscita la mafia, ma la burocrazia statale sì"

TeleJato si spegne per sempre. Ed è lo Stato a staccare la spina. Fondata da Pino Maniaci nel 1989 e sopravvissuta a oltre 350 querele, l’emittente siciliana esce dalla graduatoria del nuovo digitale terrestre. Il rischio era già stato incontrato nel 2010, ma si riuscì a scamparla grazie a numerose proteste e all’ingresso in un consorzio. “Non c'è riuscita la mafia coi suoi attentati a farci chiudere, non ci sono riusciti pezzi del tribunale di Palermo e ci riesce lo Stato. Le nostre frequenze sono state vendute al 5G. In Sicilia ha vinto l'appalto la Rai, in altre regioni Mediaset. Adesso per avere un canale tutto nostro è davvero tutto più difficile”, dice amaro Pino Maniaci, classe 1953, che la dirige dall’inizio.

“Al momento”, spiega il direttore, “trasmettiamo in streaming sul sito Telejato.it e sui canali social e siamo riusciti ad avere su Tvm alcune finestre per i telegiornali che vanno in onda alle 14 alle 15, dalle 20.30 alle 21.30 e da mezzanotte all'una. Ho promesso alla responsabile delle televisione di fare un telegiornale più soft per evitare di allungare la sfilza di oltre 380 querele che mi sono preso in questi anni”.

Su Facebook Pino Maniaci ha scritto un post, aggiungendo il link di alcuni servizi fatti, per chiedere sostegno: “Oggi è una giornata dolorosa. Volevo non arrivasse mai questo 5 maggio ma purtroppo eccoci qui. Quelli che vedete in questo video sono i nostri impianti e oggi a me è toccato il compito più duro, quello di staccare tutto. Da questo momento in poi il segnale di TeleJato Notizie è spento. Stentiamo ancora a crederci ma purtroppo questa è la realtà dei fatti".

 

Il post su Facebook del direttore e fondatore

Commenti
    Tags:
    mafiapino maniacitelejato maniacitv





    in evidenza
    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    Guarda le foto

    Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

    Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


    motori
    Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

    Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.