A- A+
Medicina
Alimentazione, i cibi-spazzatura aumentano il rischio di demenza. Ricerca

Demenza e alimentazione. Come correre meno rischi… seguendo il metodo italiano

Demenza, degrado cognitivo, perdita di memoria. Una ricerca apportata su 10.000 persone e pubblicata da JAMA Neurology dell'American Medical Association ha scoperto che mangiare cibo ultra processato o peggio “spazzatura” aumenta il rischio demenza quasi del 30%. Una percentuale enorme sapendo che 47 milioni di persone nel mondo (in Italia 900.000) soffrono di demenza e il numero è destinato a salire a 131 milioni entro il 2050, a causa dell'invecchiamento della popolazione.

Stesso risultato in un altro studio ma britannico pubblicato nel giugno 2022: gli alimenti ultra-elaborati possono aumentare significativamente il rischio di sviluppare la demenza. Risultato nel dettaglio? Ogni aumento del 10% dell'assunzione giornaliera di alimenti ultra-elaborati si ha un rischio di demenza superiore del 25%. I ricercatori in quel caso hanno seguito per 10 anni le abitudini alimentari di 72.083 persone del Regno Unito di età superiore ai 55 anni.

La cucina italiana, così ricca e attenta all’uso di alimenti freschi, ha davvero il potenziale per insegnare al mondo la forza dell’alimentazione sana. Il grande spazio che diamo agli ingredienti di qualità così come il cucinarsi in casa rappresentano una ricchezza culturale di valore inestimabile alla quale si è poco attenti, sapendo anche che la cucina italiana varia tantissimo da un microcosmo regionale all’altro.

Secondo lo studio pubblicato su JAMA Neurology i pasti e i prodotti pronti da industria alimentare, le patatine fritte decongelate, le bibite, i biscotti da supermarket, gli hamburger, gli hot dog, le salsicce, le caramelle, i gelati confezionati, le pizze congelate aumentare il rischio di declino cognitivo.

Come funziona?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
30alimentazionealzheimercibi ultracibocucinademenzaelaboratiitaliaitalianamalattiaprocessatirischio




in evidenza
Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

Le foto

Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
Matrimonio in vista? Quell'anello...


in vetrina
Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


motori
Opel lancia il nuovo concept per la rete dei concessionari

Opel lancia il nuovo concept per la rete dei concessionari

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.