A- A+
Medicina
Centralità del paziente: Associazioni mettono Pfizer al primo posto tra le Big

Il paziente al centro 

L’ultimo Report di PatientView sulla “Corporate Reputation of Pharma 2021” in Italia premia l’impegno dell’azienda nel porre concretamente al centro i pazienti. Nella valutazione delle Associazioni Pazienti che lavorano abitualmente convl’azienda, infatti, Pfizer si colloca al primo posto tra le prime cinque Big Pharma, mentrevè al secondo per i “familiar”, ovvero coloro che conoscono l’azienda, e di nuovo al primovposto tra le prime sei.

L’indagine, che ha coinvolto i rappresentanti di 103 gruppi di pazienti con sede in Italia, mette in evidenza come le Associazioni stiano acquisendo una crescente familiarità con il mondo delle aziende farmaceutiche e le loro attività*.

“Per noi di Pfizer questo riconoscimento è motivo di grande orgoglio e ci motiva ancora di più a considerare sempre che, nel nostro lavoro di ogni giorno, i pazienti e le persone sono al centro – afferma Luisa Cofrancesco, Responsabile del Corporate Affairs di Pfizer in Italia – il nostro scopo è proprio quello di individuare soluzioni innovative a 360° che possano davvero migliorare la qualità della vita delle persone che combattono con una malattia e dei loro caregiver”. La reputazione complessiva dell’industria farmaceutica in Italia è cresciuta dopo il primo anno molto difficile di pandemia. “Il settore ha reagito bene a questa sfida, e Pfizer si è particolarmente distinta per il suo impegno nella lotta comune e continua al coronavirus”, aggiunge Cofrancesco.

Il punto di vista delle Associazioni Pazienti sta diventando sempre più importante e l’ascolto dei loro reali bisogni è sempre il primo passo per rispondere alle aspettative.

Proprio a questo scopo, Pfizer ha avviato negli ultimi anni una particolare iniziativa interna a livello mondiale: la “Patients in Focus Week”. Una settimana all’anno in cui tutta l’azienda riflette, coralmente, sulle esigenze che ancora non hanno risposte e capire in che modo la comunità di Pfizer può dare il suo contributo.

In particolare, in Italia, la settimana attualmente in corso, si concluderà oggi con un evento TEDxPfizerItalia – HUMAN+, a cui parteciperanno come ospiti esterni Antonella Celano, Presidente APMARR-Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare, Cristina Cenci, antropologa esperta di medicina narrativa e digital health, e lo psichiatra Manlio Converti, per un confronto sui temi più sentiti, come il rapporto medico-paziente, le sfide e le opportunità del digitale, e sulla percezione del paziente che spesso si sente invisibile.

Il recente riconoscimento emerso dal report di “PatientView” è il frutto di un lavoro costante e continuo, che nel 2021 si è tradotto nel sostegno a 49 iniziative e nella collaborazione con 26 Associazioni Pazienti e Cittadini a livello nazionale.

Tra i progetti mirati a rispondere concretamente ai bisogni dei pazienti, uno dei più recenti è Oncowellness, una piattaforma web che promuove l’importanza dell’attività fisica e di uno stile di vita attivo come componenti importanti del percorso di cura delle malattie oncologiche. Questa iniziativa sarebbe stata impossibile senza la partecipazione attiva di sei Associazioni Pazienti in area oncologica: AIL, Europa Donna Italia, IncontraDonna Onlus, PaLiNUro, Susan G. Komen Italia e WALCE, oltre ad avvalersi della collaborazione dei maggiori esperti nelle aree dell’Oncologia, dell’Oncoematologia, della Psiconcologia, della Riabilitazione Oncologica e dell’Educazione Motoria.

Inoltre, grazie alla collaborazione con Fondazione Italiana per il Cuore, Conacuore e fAMY Onlus, si è recentemente conclusa la prima fase della campagna “Il cuore lo sa – AMIloidosi cardiaca: Ascolta, Monitora, Informati”. Promossa da Pfizer, si avvale dell’egida della Società Italiana di Cardiologia – SIC, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dell’amiloidosi cardiaca da transtiretina, patologia rara e poco conosciuta.

 

Il paziente al centro 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
medicinaospedalipazientepfizerpharma




in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.