A- A+
Diete
Dieta ipoproteica: ecco l’alimentazione che fa bene alla salute del cervello

Dieta ipoproteica: dieta a basso contenuto proteico per memoria e salute del cervello. Lo studio

Seguire una dieta a basso contenuto proteico  e ad alto contenuto di carboidrati può essere la chiave per mantenere il cervello sano più a lungo. Lo ha dimostrato una ricerca condotta dal Charles Perkins Center, pubblicata sulla rivista Cell Reports. 

In base ai risultati rilevati in un campione di topi a cui era stata somministrata una dieta ipoproteica, è emerso che seguire un regime alimentare a basso contenuto proteico aiuta la salute generale del cervello, nonché l'apprendimento e della memoria e il benessere generale dell’organismo.

Dieta a basso contenuto di proteine: alimentazione ipoproteica fa bene al cervello e alla memoria. Ecco perché mantiene sano il cervello

"Al momento non ci sono trattamenti farmacologici efficaci per la demenza - possiamo rallentare queste malattie, ma non possiamo fermarle - quindi è eccezionale scoprire che alcune diete possono influenzare il modo in cui il cervello invecchia" – ha affermato Devin Wahl, ricercatore e dottorando della ricerca.

La ricerca dimostra per la prima volta che le diete ipoproteiche, a basso contenuto proteico e ad alto contenuto di carboidrati, hanno effetti benefici per il cervello perché lo proteggono dall’invecchiamento.
Tuttavia, la maggior parte delle persone ha difficoltà a limitare le calorie, specialmente nelle società occidentali dove il cibo è sempre disponibile per tutti in abbondanza.

Dieta ipoproteica: popolazione più longeva segue dieta di Okinawa. Il mix alimentare che protegge il cervello

Il professor David Le Couteur, coautore di questo studio, afferma che numerose culture, tra cui la popolazione longeva di Okinawa in Giappone e molte parti del Mediterraneo, hanno a lungo osservato questo mix alimentare.

La dieta tradizionale di Okinawa, nello specifico, si basa sull’assunzione di un 9% di proteine di pesce magro, soia e piante, con pochissima carne di manzo. Una delle principali fonti di carboidrati è la patata dolce.

Dieta a basso contenuto di proteine, benefici sull’ippocampo cerebrale contro Alzheimer e malattie neurologiche

In questo studio, i ricercatori hanno alimentato i topi presi a campione con carboidrati complessi derivati dall'amido e con le proteine della caseina che si trovano nel formaggio e nel latte.

Per valutare i benefici cerebrali della dieta, i ricercatori hanno studiato gli effetti sull'ippocampo, la regione del cervello responsabile dell'apprendimento e della memoria.

"L'ippocampo di solito è la prima parte del cervello a deteriorarsi nelle malattie neurodegenerative come l'Alzheimer", afferma il professor Couteur, professore di Geriatric Medicine presso l'Università di Sydney.
"Tuttavia, la dieta a basso contenuto di proteine e ad alto contenuto di carboidrati sembrava promuovere la salute e la biologia dell'ippocampo nei topi in misura maggiore rispetto a quelle della dieta ipocalorica".


 

Commenti
    Tags:
    dieta ipoproteicadieta a basso contenuto di carboidratialimentazione per cervellosalute del cervellodieta per cervellodieta di okinawa
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes partnership con Phi Beach

    Mercedes partnership con Phi Beach


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.