A- A+
Medicina
Malattia X potrebbe decimare la popolazione mondiale

Malattia X, che ancora non esiste, secondo l'Oms e diversi esperti potrebbe decimare la popolazione mondiale come l'influenza spagnola all'inizio del '900

Il cinema ha spesso proposto uno scenario in cui una pandemia globale, di origine conosciuta o meno, mette a rischio la sopravvivenza dell’umanità. D’altronde la storia ci insegna che in passato patologie altamente infettive come la peste hanno decimato buona parte della popolazione senza che si potesse fare granché per fermare il contagio. Si è dovuto attendere il naturale decorso della malattia per poter essere tranquilli in merito alla propria salute. Oggi gli scienziati ritengono che una nuova Malattia X prepari un vero e proprio genocidio.

Malattia X: gli scienziati si impegnano al massimo per essere preparati al suo arrivo

La Malattia X fortunatamente ancora non esiste ma i ricercatori stanno lavorando per essere preparati quando arriverà. La patologia potrebbe generarsi da un ceppo d’influenza mutato che potenzialmente potrebbe spazzare via buona parte della popolazione mondiale. Gli scienziati basano la loro previsione sull'impatto dell'influenza spagnola all'inizio del '900.

Malattia X e influenza spagnola: più morti della prima guerra mondiale

Nel 1918 circa 100 milioni di persone in tutto il mondo son morte a causa dell'epidemia di influenza spagnola. Il virus ha ucciso il 5% della popolazione mondiale dell'epoca ed è stato uno dei peggiori disastri nella storia dell'umanità. I decessi causati da questa patologia sono stati più di due volte e mezzo il numero totale di morti civili e militari della prima guerra mondiale.

Malattia X e influenza spagnola: il virus colpisce le persone giovani e in salute

L'aspetto più inquietante è che l'influenza spagnola è andata a colpire la fascia di popolazione più in salute e si teme che la malattia X possa fare lo stesso. La maggior parte dei casi è stata infatti registrata in soggetti under 65 e per questo si pensa che il virus agisca sul sistema immunitario costringendolo a combattere il corpo stesso. L'influenza spagnola avrebbe causato fatali "tempeste di citochine", ovvero un eccesso di cellule immmunitarie che possono sopraffare l'organismo. Più una persona è in salute più l'influenza diventa potenzialmente fatale per chi viene contagiato.

Malattia X: se fosse influenza, la pandemia sarebbe una possibilità concreta

Altro fattore preoccupante per gli scienziati, l'influenza si diffonde facilmente nell'aria, è altamente contagiosa, può mutare caratteristiche rapidamente e diversi ceppi possano passare dall'uomo all'animale altrettanto velocemente come nel caso dell'aviaria. Il contagio a livello globale in un'era in cui le persone possono muoversi con maggiore libertà è decisamente facilitato.

Malattia X, la preoccupazione degli scienziati: "Le condizioni ci sono tutte"

Gli scienziati avvertono che le condizioni per la nascita della malattia X sono già potenzialmente presenti oggi. Il dott. Jonathan Quick, presidente del Global Health Council, ha dichiarato a Raconteur che è il contatto interpersonale favorisce la diffusione della malattia: "La nostra più grande paura è trovarsi davanti un nuovo virus, molto probabilmente a causa dello spillover umano-animale, che poi si diffonde facilmente da uomo a uomo, che ha almeno il 5-10% di indice di mortalità, che non risponda ai medicinali oggi esistenti, e per il quale non è possibile sviluppare rapidamente un vaccino efficace e un accurato test diagnostico".

Malattia X: l’allarme pandemia dell’Oms

Sulla stessa lunghezza d'onda anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità che l'anno scorso ammoniva: "La malattia X rappresenta la consapevolezza che una grave epidemia internazionale potrebbe essere causata da un agente patogeno attualmente sconosciuto". "La storia ci dice che è probabile che il prossimo grande focolaio sarà qualcosa che non abbiamo mai visto prima. Il punto è assicurarci di preparare e pianificare in modo flessibile in termini di vaccini e test diagnostici", ha detto Il consigliere scientifico dell'OMS, John-Arne Rottingen.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    malattia xpandemiainfluenza spagnolainfluenza sintomivirus influenzasalute e benessereoms
    in evidenza
    Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

    Le foto delle vip

    Ferragni spettacolare a Parigi
    Calze a rete e niente slip

    i più visti
    in vetrina
    Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

    Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


    casa, immobiliare
    motori
    Renault svela gli interni della nuova Austral

    Renault svela gli interni della nuova Austral


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.