A- A+
Medicina
Parkinson: diagnosi precoce tramite semplici esami del sangue

Parkinson diagnosi: team di ricercatori italiani scopre una correlazione tra Parkinson e flora batterica e realizza nuova metodo diagnostico tramite esami del sangue - Salute e benessere

Il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa del sistema nervoso che tra i suoi sintomi presenta forti tremori, rigidità degli arti, demenza e difficoltà di movimento. Ancora oggi milioni di persone soffrono di Parkinson ma un nuovo studio italiano sembra aver trovato un metodo efficace di diagnosi a basso costo basato sul concetto che la flora batterica intestinale influenzi l'insorgenza della malattia.

Un team di ricerca dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit), in collaborazione con Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (Trento) e Fondazione Santa Lucia (Fsl) Irccs di Roma, ha infatti scoperto come una carenza di alcuni lipidi, prodotti dalla nostra flora intestinale, sia associata alla malattia di Parkinson. Grazie a questa scoperta con un semplice prelievo di sangue si potrebbe diagnosticare la malattia, con un'efficacia pari al 90%. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista internazionale 'Metabolomics'.

Parkinson diagnosi: scoperta una correlazione tra flora intestinale e morbo di Parkinson - Salute e benessere

La ricerca svela, soprattutto nelle donne, il rapporto tra alcuni tipi di lipidi (grassi) misurabili nel sangue e prodotti dalla nostra flora intestinale (microbiota) e la malattia di Parkinson. Lo studio oltre ad offrire un nuovo futuro strumento diagnostico, suggerisce che le alterazioni nella popolazione di batteri che vivono dentro il nostro intestino potrebbero essere associate all’insorgenza della malattia.

Il lavoro, coordinato dai ricercatori Iit Andrea Armirotti e Angelo Reggiani, con la collaborazione del ricercatore Fsl Gianfranco Spalletta e condotta in collaborazione con l’Unità di Biologia Computazionale del Centro ricerca ed innovazione della Fondazione Edmund Mach, è stato effettuato analizzando il sangue di 587 individui (268 malati e 319 sani, suddivisi in 294 donne e 293 uomini). I risultati mostrano che la concentrazione di 7 particolari lipidi, chiamati Nape (N-acil fosfatidiletanolammine), nel sangue dei soggetti affetti da Parkinson è diminuita di circa il 15% rispetto agli individui sani. Per ragioni attualmente sconosciute, tale diminuzione risulta significativamente più marcata nelle donne, fino a raggiungere anche il 25%.

Parkinson diagnosi: analisi del sangue per scoprire gli indicatori del morbo di Parkinson presenti nella flora intestinale - Salute e benessere

Uno dei ruoli di questi lipidi nel nostro organismo è di proteggere le cellule mantenendone l’integrità strutturale. Nel caso in cui le cellule che compongono il nostro cervello, i neuroni, vengano danneggiate, come appunto avviene nella malattia di Parkinson, esse 'prelevano' i Nape dal sangue diminuendone la concentrazione circolante nel nostro organismo - sottolinea la ricerca - Questa scoperta ha portato il team ad ipotizzare che una alterazione della flora intestinale, dove vengono prodotti questi lipidi, possa portare ad un aumento della probabilità di insorgenza della malattia di Parkinson.

Parkinson diagnosi: "Può bastare un esame del sangue per verificare i segnali premonitori del morbo di Parkinson" - Salute e benessere

"Il nostro studio dimostra che questi lipidi plasmatici, facili da misurare con un semplice prelievo di sangue, hanno il potenziale per diventare, dopo doverosi studi di verifica e validazione, un indicatore efficace della malattia di Parkinson. I dati da noi raccolti indicano che questi lipidi sono in grado di identificare la malattia nelle donne con una efficacia prossima al 90%. La vera sfida è adesso capire quanto precocemente possiamo usare i Nape per predire l’insorgenza futura del Parkinson", chiarisce racconta Andrea Armirotti ricercatore Iit tra i coordinatori dello studio.

Parkinson diagnosi: alimentazione e la salute della flora batterica non influiscono solo sul morbo di Parkinson ma anche su altre patologie - Salute e benessere

I risultati di questa ricerca hanno portato l'Istituto italiano di tecnologia e la Fondazione Santa Lucia (Fsl) Irccs di Roma a brevettare l’uso dei Nape come indicatori della presenza di danni al sistema nervoso (brevetto 102017000126773). Tale tecnica potrebbe, nel giro di pochi anni, essere utilizzata nella pratica clinica come procedura di screening diagnostico a basso costo. Questo studio, inoltre, "suggerisce l’importante ruolo di alimentazione, stile di vita, stress emotivo e fattori ambientali nell’insorgenza di malattie legate al sistema nervoso. Infatti, questi fattori possono alterare la popolazione batterica della nostra flora intestinale diminuendo così la produzione di Nape necessari a proteggere l’integrità delle nostre cellule", concludono i ricercatori.

Commenti
    Tags:
    parkinsonparkinson cureparkinson sintomiparkinson causeparkinson giovanileparkinson vascolareparkinson analisi sangueparkinson esami sanguefondazione edmund mach di san michele all’adigeircss romanapeflora intestinalemicrobiotaneuronimorbo di parkinson sintomimorbo di parkinson causemorbo di parkinson diagnosimorbo di parkinson cureparkinson diagnosi precoce
    Loading...
    in evidenza
    Taylor Mega in barca a Formentera Sole, tintarella, balletti e... Gallery

    Wanda, Raffaella Fico... le foto

    Taylor Mega in barca a Formentera
    Sole, tintarella, balletti e... Gallery

    i più visti
    in vetrina
    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...


    casa, immobiliare
    motori
    Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes

    Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.