A- A+
Medicina
Tumore al pancreas, la ricerca continua contro l’"assassino silenzioso"

Tumore al pancreas, l'"assassino silenzioso"

“Sa nascondersi bene, e quando lo si trova è troppo tardi” è il tumore al pancreas che non a caso viene chiamato l’”assassino silenzioso”. Dalla diagnosi la speranza di vita è intorno ai 5 mesi e solo il 7% dei pazienti sopravvive ai 5 anni. La ricerca scientifica, negli ultimi 40 anni, non ha fatto passi da gigante e i tempi di sopravvivenza non si sono mai allungati. Senza la capacità di avere una diagnosi precoce e soprattutto una diagnosi prima che la malattia sia in stadio avanzato la chemioterapia continua a rimanere l’unica arma.

Tumore al pancreas, un nemico difficile da scoprire in tempo

Ma perchè è così difficile agire su questo particolare tumore? Innanzitutto perchè il pancreas è posizionato in una zona dell'addome difficile da vedere e poco accessibile. Inoltre, al momento non esistono screening in grado di scoprire in tempo la neoplasia che tende a diffondersi velocemente in altri organi. Nascoste in fondo all’addome le cellule cancerose crescono protette dallo stroma (massa fibrosa che circonda il tumore e fa da barriera contro farmaci e sistema immunitario). Inoltre le cellule tumorali rilasciano cellule immunosoppressive, che creano un silenzio immunitario cosicché  il tumore è totalmente protetto e non essere attaccato.

Tumore al pancreas, i sintomi sono spesso aspecifici

In aggiunta i sintomi sono spesso aspecifici (perdita di peso o appetito, mal di schiena, ingiallimento della pelle, problemi gastrointestinali), non ci sono allarmi molto visibili e così, quando lo si rileva, il tumore è molto spesso in fase avanzata. Tutto questo viene confermato dalla UEG ( Unione Europea di Gastroenterologia). Alla diagnosi l'80% dei pazienti presenta tumori in stadi incurabili e nel restante 20% solo la chirurgia può essere potenzialmente curativa, con ricadute di 8 casi su 10. Nonostante ciò la comunità scientifica non rinuncia alla ricerca e la mortalità globale è in calo. Non è così per il tumore al pancreas. Infatti, sebbene la sua incidenza non sia molto alta, è il terzo più mortale. Il tasso di decessi per cancro al pancreas tra il 1990 e il 2016 è aumentato del 5%, mentre i decessi per tumori al seno, ai polmoni o al colon sono diminuiti rispettivamente del 25%, 20% e 14%.

Tumore al pancreas, più fondi per la ricerca e meno burocrazia

L'immunoterapia, la rivoluzione dell'ultimo decennio, contro questo tumore non riesce ancora a fare molto perchè il particolare ambiente tumorale respinge le cellule del sistema immunitario. La ricerca è difficile per molti aspetti: la bassa incidenza non ha fatto concentrare molte ricerche, il pancreas si degrada facilmente e quindi non è facile lavorarci e i finanziamenti sono limitati. I ricercatori continuano a lavorare su più fronti. A cominciare dalla diagnosi precoce. Poi sugli studi attorno allo stroma ed infine con la medicina personalizzata, quella cosiddetta di precisione. Ma gli scienziati continuano a richiedere più fondi per la ricerca e meno burocrazia. Un rapporto dell'UEG ha avvertito nel 2018 che, nonostante sia il terzo tumore più omicida in Europa, il cancro del pancreas riceve solo il 2% dei fondi dedicati alla ricerca sul cancro. Ma, in ogni caso, la battaglia contro l’"assassino silenzioso" continua.

Commenti
    Tags:
    chemioterapiadiagnosiletalepancreasricercatumore




    in evidenza
    William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

    Forti tensioni a Palazzo

    William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

    
    in vetrina
    Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

    Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


    motori
    Con la Panamera Turbo S E-Hybrid e la Panamera GTS Porsche lancia i modelli top di gamma

    Con la Panamera Turbo S E-Hybrid e la Panamera GTS Porsche lancia i modelli top di gamma

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.