A- A+
Medicina
Tumore del seno scoperta: firma molecolare svela l’evoluzione del cancro seno

Tumore del seno: scoperta firma molecolare che svela l'evoluzione del cancro al seno 

Un gruppo di ricercatori ha scoperto come si evolve il tumore al seno a partire da un nuovo set di geni.  Si tratta di una "firma molecolare" che svela l’evoluzione di una forma di tumore al seno molto diffusa. A scoprirla un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Oncologia Sperimentale dell'Istituto Europeo di Oncologia che ha pubblicato i risultati delle sue ricerche sulla rivista Cell Reports.

 

Tumore al seno scoperte cellule staminali che alimentano il cancro. La ricerca e l'evoluzione della malattia tumorale al senp

I ricercatori sono pervenuti a questo risultato studiando i meccanismi molecolari che generano le cellule staminali del cancro. Questa scoperta permetterà di identificare le pazienti che possono evitare la chemioterapia, perché avranno comunque una prognosi favorevole.

Hanno scoperto che le cellule tumorali possono ri-trasformarsi in cellule staminali tumorali e identificato i meccanismi molecolari della ri-programmazione.

Cancro al seno e recidive: cellule staminali si rigenerano in cellule tumorali nel seno. I risultati della ricerca

"Le cellule staminali del cancro, le cellule madri della malattia, sono anche responsabili della ripresa della malattia - la recidiva - e della diffusione del tumore nell'organismo - le metastasi - e sono da più di dieci anni al centro della nostra ricerca", spiega Pier Giuseppe Pelicci, Direttore della Ricerca IEO, Professore all'Università statale di Milano e referente dello studio.

"Nel 2009 abbiamo scoperto il meccanismo biologico di duplicazione di queste cellule (la divisione simmetrica) e come bloccarlo con farmaci specifici. Oggi abbiamo scoperto che, sorprendentemente, le cellule cancerose prodotte dalle staminali, che formano la maggior parte del tumore, possono a loro volta ri-trasformarsi in staminali. Quindi, le cellule staminali del cancro hanno imparato sia come generarsi che come ri-generarsi" - evidenzia Pelicci.

Fermare il cancro al seno con le staminali: come arrestare la progressione delle cellule tumorali del seno. Il futuro della malattia 

Il regista della ri-generazione delle cellule non poteva che essere lo stesso gene che controlla la duplicazione delle staminali tumorali, il ben noto P53, in associazione con il gene MYC, altrettanto noto nell' oncologia molecolare e legato a P53.

La cellula tumorale ri-genera le staminali quando si verifica una diminuzione di P53 e un aumento di MYC. E purtroppo l'asse p53-Myc è alterato nella stragrande maggioranza dei tumori, non solo quelli del seno.

L'intervento sulle staminali, sottolineano gli esperti, può essere un intervento radicale, in quanto agisce sulla genesi della malattia, e non tanto sulla proliferazione cellulare, che ne è la conseguenza.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tumore del senotumore del seno scopertatumore al senotumore senocancro seno
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

    Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.