A- A+
Auto e Motori
Mercedes-Benz W 25: l'iconica "Freccia d'Argento" compie 90 anni

La Mercedes-Benz W 25, una delle auto da corsa più iconiche della storia, celebra quest'anno il suo 90° anniversario.

Il 3 giugno 1934, questa monoposto argentata fece il suo debutto nella Eifel Race al Nürburgring, con Manfred von Brauchitsch che vinse la gara stabilendo un nuovo record di pista con una velocità media di 122,5 km/h. Questo evento segnò l'inizio della leggenda delle "Frecce d'Argento", un nome che ancora oggi identifica le auto da corsa Mercedes-Benz.

Il Museo Mercedes-Benz e la W 25

Il Museo Mercedes-Benz rende omaggio alla W 25 nella Legend Room 7, intitolata “Frecce d'Argento - Gare e record”. La sala, caratterizzata da una spettacolare racing curve, celebra la tradizione unica di successi sportivi del marchio. La W 25 è esposta insieme ad altre storiche auto da corsa argentate, offrendo ai visitatori un viaggio nel tempo attraverso l'evoluzione delle tecnologie e delle strategie di gara.

Innovazioni Tecnologiche e Design Aerodinamico

La W 25 rappresenta un esempio pionieristico di design aerodinamico e costruzione leggera. Con un peso di 750 chilogrammi, telaio, leva del cambio, pedali e cinghie di sospensione dello scarico sono stati progettati per ridurre al minimo il peso. Il regolamento del Grand Prix del 1932 stabiliva che le auto da corsa non potevano superare i 750 chilogrammi senza fluidi operativi, una sfida che i progettisti della W 25 affrontarono con ingegnosità.

Prestazioni e Velocità

Dotata di un motore otto cilindri in linea da 3,4 litri sovralimentato (M 25 A), la W 25 erogava fino a 260 kW (354 CV) a 5.800 giri/min. Nel 1934, fu introdotto il motore M 25 B da 4 litri con una potenza massima di 316 kW (430 CV). Questi motori potenti permisero alla W 25 di raggiungere velocità massime di 300 km/h. La velocità non era importante solo in pista, ma anche nei box: il cofano della W 25, dotato di chiusure a sgancio rapido, poteva essere aperto in pochi secondi senza attrezzi, facilitando le operazioni di manutenzione.

Una Storia di Successo

La Mercedes-Benz W 25 non è solo famosa per le sue prestazioni, ma anche per l'affascinante aneddoto che ha dato origine al nome "Freccia d'Argento". Si racconta che, alla vigilia della gara di Eifel, la W 25 verniciata in bianco pesasse un chilogrammo di troppo. Durante la notte, la vernice fu rimossa, rivelando la carrozzeria in alluminio nudo. Così, la vettura rispettò i requisiti di peso e impressionò gli spettatori con il suo aspetto argenteo, segnando la nascita della leggenda delle Frecce d'Argento.

Evoluzione e Tradizione

La W 25 fu continuamente migliorata durante il suo utilizzo nelle competizioni motoristiche fino al 1936. Dopo la W 25, Mercedes-Benz sviluppò altre Frecce d'Argento negli anni Trenta e Cinquanta, consolidando la sua reputazione nel mondo delle corse. Il ritorno di Mercedes-Benz in Formula Uno come fornitore di motori nel 1994 e la formazione del proprio team ufficiale nel 2010 hanno visto il marchio vincere numerosi campionati, con piloti leggendari come Juan Manuel Fangio, Mika Häkkinen, Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

Un’Eredità Duratura

L'eredità della W 25 continua a vivere nelle moderne auto da corsa del team Mercedes-AMG Petronas di Formula Uno. La combinazione di innovazione tecnologica, design aerodinamico e prestazioni superiori che ha caratterizzato la W 25 rimane una fonte di ispirazione per la progettazione delle vetture odierne. Il Museo Mercedes-Benz celebra questa eredità, offrendo agli appassionati di automobilismo l'opportunità di ammirare da vicino la W 25 e di comprendere l'importanza storica delle Frecce d'Argento.

A 90 anni dal suo debutto, la Mercedes-Benz W 25 continua a essere un simbolo di eccellenza e innovazione nel mondo delle corse automobilistiche. La sua storia di successo e le sue innovazioni tecnologiche hanno lasciato un'impronta indelebile nella storia dell'automobilismo, consolidando la reputazione di Mercedes-Benz come leader nel motorsport.






in evidenza
Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

Lady Kanye West sfila a Parigi

Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto


in vetrina
Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)

Affari in rete... a Euro 2024 (e non solo)



motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.