A- A+
Politica
A volte ritornano. Italia dei valori pronta risorgere (grazie a ex M5S)

Mentre il Movimento cinque stelle prova a ripartire, dopo l’accordo faticosamente raggiunto con l’associazione Rousseau, nella galassia di espulsi e fuoriusciti c’è forte fermento. Ma gli ex M5s in agitazione non sono soltanto i parlamentari che hanno aderito ad Alternativa c’è o big del calibro di Nicola Morra e Barbara Lezzi, impegnati a dar vita a  un nuovo soggetto politico. Ci sono altri ex grillini molto attivi in queste settimane che stanno lavorando partendo però da una base solida ossia un partito esistente e che pure ha sempre avuto delle affinità con il mondo pentastellato: l’Italia dei valori.

E vuoi vedere che tra i due “litiganti” - la componente tenuta a battesimo dai deputati Pino Cabras, Andrea Colletti e Raffaele Trano da un lato e il nascente progetto che coinvolge il presidente della commissione Antimafia Morra dall'altro -, il terzo gode? Nell’entourage del partito del gabbiano non si sbilanciano. Anzi, le bocche restano cucite. Ma le riunioni si susseguono. Tra gli ex M5s i in prima fila ci sarebbe il senatore Elio Lannutti che, tra l’altro, prima di approdare al Movimento, era un esponente di spicco dell’Idv e al quale l’attuale segretario del partito Ignazio Messina ha affidato la gestione del simbolo. A patto che, racconta una fonte ben informata ad Affari, “si lavori a un progetto di lungo respiro e non ad obiettivi di mera contabilità numerica nelle due Camere”. In realtà, oltre che a Palazzo Madama, l’Italia dei valori può contare su un centroavanti di sfondamento pure a Montecitorio. Si tratta dell’ex Cinque stelle e testimone di giustizia Piera Aiello, da sempre in prima fila nelle battaglie contro mafia e corruzione.

L'obiettivo, spiegano ancora fonti vicine al dossier, “è chiudere entro fine mese. Se ci sono le condizioni rilanciamo il nostro soggetto politico”. La finalità, però, non è dar vita a dei gruppi parlamentari, “sarebbe riduttivo a fine legislatura. Il simbolo c’è - continuano - ma solo per un progetto articolato, a partire dai temi”. Sarebbe questo, insomma, il perimetro nel quale ci si muove. “Non basta decidere di andare al cinema - dicono al nostro giornale -, prima bisogna scegliere quale film andare a vedere”.

Commenti
    Tags:
    ex m5smorradi pietroidvgoverno draghiopposizione





    in evidenza
    Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

    Ecco quanto vale l'immobile

    Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

    
    in vetrina
    Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

    Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio


    motori
    Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

    Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.