A- A+
Politica
Annalisa Cuzzocrea e "l'effetto pietà": cattiva maestra sulle mamme ladre
Annalisa Cuzzocrea

Annalisa Cuzzocrea, cattiva maestra, fa la lagna per le borseggiatrici

Annalisa Cuzzocrea in un articolo su La Stampa ha compiuto una azione non troppo onesta intellettualmente e cioè ha usato il solito “effetto pietà” sui figli delle madri che hanno commesso reati per cui sono in carcere.

Non onesta perché avvelena ed inquina la fonte stessa del dibattito: la butta sul pietismo a cui tutti sono ovviamente sensibili ma così facendo nasconde solo la polvere sotto il tappeto.

La Cuzzo è adirata perché il centro – destra ha impallinato una vecchia legge del Pd che voleva migliorare le condizioni delle delinquenti (perché di questo si tratta) nelle carceri. Lo ha fatto con due emendamenti e così il Pd ha ritirato le firme e la Lega l’ha ripresentato.

La legge voleva costruire nuove case famiglia più ampie e più belle per lorsignore. Si consideri che ad esempio a Roma le punende sono ospitate in stupende ville con piscina situate nel lussuoso quartiere dell’EUR, in residenze sequestrate alla criminalità.

A qualche chilometro di distanza le abitazioni della gente povera ed onesta che ogni giorno va a lavorare e rischia di tornare a casa senza portafoglio.

La Cuzzo si cimenta dunque nell’arte tutta radical –chic di arrampicarsi su un levigato specchio di sapone ed inevitabilmente cade a terra. Non è che il governo è insensibile ai figli tutt’altro. Il punto è un altro.

Le criminali fanno figli per salvarsi dal carcere, usano i minori come un passaporto di carne per commettere crimini sapendo bene che lo Stato non le punisce anzi, se possibile, le premia (visto che a volte vivono in lussuose ville).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
annalisa cuzzocrea





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.