A- A+
Politica
Caso De Angelis, surreale chiedere le sue dimissioni: ecco perché...

Marcello De Angelis, perchè chiedere le sue dimissioni è surreale. Il commento

Non conosco Marcello De Angelis. Perché tutti tacquero, quando venne eletto in Parlamento con AN e si scatena la bufera ora, con Giorgia Meloni efficiente premier a Palazzo Chigi? Eppure egli non collabora con la giovane e attiva Presidente del Consiglio! Fu condannato e ha scontato la pena. Come Sofri, editorialista de “La Repubblica”, dopo la stangata come ispiratore dello spietato delitto Calabresi, eseguito dai militanti di “Lotta continua”, uno dei quali, Pietrostefani, è libero, come l’aria, a Parigi. 

Leggi anche: Strage Bologna, Meloni vuole le dimissioni di De Angelis. Ma la Dx è spaccata

Equilibrata la presa di posizione del governatore del Lazio, Francesco Rocca, che ha assunto De Angelis come responsabile della comunicazione: "Marcello ha un ruolo tecnico per il quale è stato scelto, vista la sua pluriennale esperienza professionale e che non ha nulla a che fare con l’indirizzo politico dell'Istituzione, che mi onoro di rappresentare". Perché un cittadino (anche se è collaboratore di un presidente di Regione) non può esprimere, legittimamente, un dubbio su una sentenza? Le sentenze vanno, certamente, rispettate, ma si possono discutere. Non sono dogmi né materia di fede. Da questo punto di vista, è surreale e da respingere la richiesta di dimissioni di De Angelis, avanzata dai settori giustizialisti della sinistra.

Piantedosi: "Dossieraggio? Ora controlli più severi e rotazioni ai vertici"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giorgia melonimarcello de angelis





in evidenza
Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi

Annuncio col giallo

Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi


in vetrina
Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani

Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani


motori
FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.