A- A+
Politica
Fedez omofobo? No, "tutto il contrario". Così è diventato il nuovo Grillo

“Mi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing, ora so che ha mangiato più würstel che crauti. Si era presentato in modo strano con Cristicchi: ciao, sono Cristiano, non è che me lo ficchi?”.

Il marito di Chiara Ferragni omofobo? No, perché la sua canzone si intitola “Tutto il contrario”, dice l’opposto di quello che pensa veramente. E i primi versi lo dimostrano in modo inequivocabile: “Le canzoni di Mengoni io le adoro, i politici italiani fanno il loro lavoro, non mi piace Belen perché c’ha i denti a castoro”.  Peccato che Ferro non abbia capito l’ironia e ci sia rimasto molto male, si sia sentito discriminato. E d’altronde se fosse già stato in vigore il Ddl Zan, Fedez avrebbe rischiato la reclusione fino a 18 mesi. Quello stesso Ddl che sul palco del Concertone del Primo Maggio, Fedez ha difeso a spada tratta. Ma la canzone non è ironica? Mica per niente si intitola “Tutto il contrario”. Però Ferro ha capito benissimo che Fedez ha finto di ironizzare per poter dire impunemente quello che pensa davvero, proclamerebbe il pubblico ministero puntando il dito contro il consorte della Ferragni.

D’altra parte, sul palco del Concertone Fedez ha fatto tutto il contrario di quello che ci si sarebbe aspettato in questa occasione: invece di parlare dei diritti dei lavoratori, di diritti sociali, ha parlato di diritti civili. Forse perché in qualità di Social Brand Ambassador di Amazon Prime Video sarebbe stato poco credibile? Ricordiamo che, per stessa ammissione del colosso di Jeff Bezos, i dipendenti di Amazon a volte sono costretti a fare pipì nelle bottiglie di plastica, per non perdere tempo nelle consegne. Ma paradossalmente proprio questo conferma che Fedez ha ragione: come l’italiano medio, che tende sempre ad adeguarsi (e mai come in questi tempi di pandemia lo abbiamo potuto constatare in maniera inequivocabile), anche Fedez dice “tutto il contrario” della realtà. Ed è facile scommettere che verrà premiato. La prima pagina di oggi del Corriere è una consacrazione. E nell’articolo di fondo Antonio Polito, fingendo di essere ironico, dice quello che pensa veramente: “Fedez può diventare il nuovo Grillo? E perché no?”. Tutto il contrario, ma anche no.

Commenti
    Tags:
    fedez
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    A una splendida Monica Bellucci il David alla Carriera 2021

    Spettacoli

    A una splendida Monica Bellucci il David alla Carriera 2021

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, primavera maledetta: da martedì temporali per tutta la settimana

    Meteo, primavera maledetta: da martedì temporali per tutta la settimana


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes svela il Concept EQT

    Mercedes svela il Concept EQT


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.