A- A+
Politica
"Frociaggine", Schlein e Pd zitti e imbarazzati. Il voto cattolico conta...
Bergoglio Schlein

La solita ipocrisia della sinistra

Silenzio assordante. Silenzio ipocrita. Il Pd, a partire dalla segretaria Elly Schlein, che ogni giorno si riempie la bocca di parole a difesa della comunità Lgbtq e delle persone omosessuali, tace imbarazzato di fronte alle pesantissime offese di Papa Francesco agli omosessuali. Per molto meno il generale Roberto Vannacci si è beccato 104 denunce nelle 104 procure della Repubblica da Nord a Sud. Ma quelle frasi ai vescovi sulla "frociaggine" e su "fuori le checche dai seminari" mettono in forte imbarazzo il Pd. Stranamente Alessandro Zan, così attivo nella difesa delle persone omosessuali, si è limitato a uno scarno commento.

E tranne la candidata Dem transgender Monica Romano (indipendente), intervistata da Affaritaliani.it, tutti zitti. Perché? Facile. Come spiega off the record un esponente di primissimo piano del Pd "non si può attaccare il Papa a dieci giorni dalle elezioni, il voto cattolico conta". Ecco l'ipocrisia del politicamente corretto e dei due pesi e due misure. Naturalmente nessun commento nemmeno dai soloni dei salotti del giornalismo di sinistra come Lilli Gruber, Massimo Giannini e compagnia. Una lunga fila di politici e giornalisti sinistroidi imbarazzati e silenti. 






in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Caldo africano con punte fino a 42 gradi. Ecco dove

Caldo africano con punte fino a 42 gradi. Ecco dove


motori
ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

ADAC Opel Electric Rally Cup: leadership verde nei rally europei

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.