A- A+
Politica
Il Pd deve cambiare nome? Bonaccini e Schlein sul tema sollevato da Affari

"A me il nome Partito Democratico piace, ma possiamo discutere di tutto"

Il brand del Pd è ormai logoro e andrebbe cambiato? Il tema, sopito da tempo, è stato rilanciato da QUESTO ARTICOLO di affaritaliani.it e sul tema si esprimono i massimi vertici del partito.

Il vicesegretario, nonché deputato, Peppe Provenzano spiega a Radio Immagina che "sul nome del partito avrei voluto un referendum per i nostri iscritti, ma lo chiederemo al prossimo gruppo dirigente". Rispetto al comitato costituente, Provenzano aggiunge che i lavori "hanno prodotto un aggiornamento del profilo politico e valoriale necessario a fronteggiare meglio le questioni che minacciano la democrazia: disuguaglianze, diritti, cambiamento climatico. Su questo credo che si sia fatto un lavoro importante. Adesso mi aspetto da parte di tutti i candidati che ci dicano, che chiariscano come politicamente vogliono realizzare quei principi e quei valori che adotteremo domani (sabato 21 gennaio) insieme nel nuovo manifesto del Pd".

Anche Elly Schlein propende per la consultazione popolare: "Penso che questa proposta nasca anche da Bologna, dal sindaco Lepore, ed è sicuramente un tema che può essere sottoposto agli iscritti. "In questo momento il congresso ci deve servire innanzitutto a mettere al centro idee, contenuti e una visione chiara e coraggiosa". 

Stefano Bonaccini, superfavorito per la successione di Enrico Letta, gli risponde: "Rispetto l’opinione di Provenzano ma credo che adesso davvero i cittadini, gli italiani, i nostri elettori, compresi quelli che ci hanno abbandonato ma che sono curiosi di capire se possono ritrovare un Pd da votare o a cui tornare ad iscriversi, penso vogliano che gli spieghiamo i contenuti di una proposta che sia per il Paese, non credo ci abbiano votati o meno come ci chiamiamo, posto che a me Partito Democratico piace come ha detto Cuperlo, in questo momento non lo toccherei, ma ripeto, è una opinione rispettabile. Possiamo discutere di tutto temo che se le prossime settimane le spendiamo a discutere del cambio del nome o del simbolo del Pd, discuteremmo di forma quando invece mai come oggi serve rispondere di ‘sostanza’". 

 

Leggi anche: Primarie Pd: più poltrone che iscritti, il brand dei Dem è ormai logoro?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pdpeppe provenzanostefano bonaccini





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.