A- A+
Politica
Rovelli, un "pippone" d'altri tempi contro Crosetto. Imbarazzo al Concertone

Il fisico Carlo Rovelli sul palco del Concertone del Primo maggio

E così Carlo Rovelli c’è ricaduto e durante il concertone dell'1 maggio ha sganciato un pippone politico, prendendo (pare) fra l’altro gli organizzatori in contropiede, con Ambra Angiolini costretta a scusarsi. Rovelli viene da un passato rovente: ha partecipato negli anni ‘70 a Radio Alice di Bologna, la radio dell'area libertaria e di Autonomia operaia.

Denunciato per un libro, i “Fatti vostri”, è stato poi assolto. Nel 1977 è stato arrestato e detenuto per renitenza al servizio militare. Poi è diventato un fisico e ha intrapreso la carriera universitaria, all’estero. Divenuto noto come divulgatore ha scritto di Relatività e di gravità quantistica.

Poi ieri il suo intervento verso le 23: "In Italia, il ministro della Difesa è stato vicinissimo a una delle più

La replica di Crosetto: "Rovelli? Lo inviterò a pranzo per conoscermi"

"Invitero' a pranzo il Professor Rovelli cosi' la prossima volta che parlera' di me lo fara' avendo conosciuto me, le mie idee, sapendo cosa ho fatto e faccio ogni giorno per cercare la pace e fermare la guerra ed anche per sentire come si serve una nazione con serieta' e rispetto". Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, 'risponde' cosi' al fisico Carlo Rovelli che ieri, dal palco del Concertone del primo maggio a Roma, aveva attaccato "i piazzisti di strumenti di guerra" che costruiscono strumenti di morte "per ammazzarci l'un l'altro". "Stiamo andando verso una guerra che cresce e, invece, di cercare soluzioni i Paesi si sfidano, invadono, soffiano sul fuoco della guerra e la tensione internazionale non e' mai stata cosi' alta come adesso", aveva detto il fisico ricordando come "in Italia, il ministro della Difesa (mai citato direttamente, ndr) e' stato vicinissimo a una delle piu' grandi fabbriche di armi nel mondo, Leonardo". 

grandi fabbriche di armi nel mondo, Leonardo. Il Ministero della Difesa deve servire per difenderci dalla guerra, non per fare i piazzisti di strumenti di morte". 

E ancora: “Tutti dicono pace ma aggiungono che bisogna vincere per fare la pace, volere la pace dopo la vittoria vuol dire volere la guerra. E il Governo italiano sta decidendo di mandare una portaerei a fare i galletti davanti alla Cina, queste sono le scelte che rischiano di distruggere le nostre vite”. 

E poi il gran finale: “Questo non è il mondo che ci piace: il mondo non è dei signori della guerra, ma vostro, perché siete tantissimi e il mondo potete cambiarlo, insieme, potete fermare la distruzione del Paese, potete fermare i signori della guerra, costruire un mondo lavorando assieme per risolvere i problemi. Sognate un mondo migliore e costruitelo, non vivete nell'attesa di sogni irrealizzati. Non abbiate paura di imbrattare i muri, cambiate questo mondo”. 

Insomma, il professorone, così chiama i suoi colleghi nei suoi libri, ce l’ha con il ministro della difesa Crosetto reo di aver mandato armi per difendere l’Ucraina, ma non ha il coraggio di citarlo mai. Inoltre è un incitatore di Ultima Generazione o peggio, visto che invita ad “imbrattare i muri”, che è da poco un reato specifico.

Intervento stucchevole, da figlio dei fiori. Ed in effetti se si incontra Rovelli in qualche convegno scientifico il look è inequivocabile, al limite della simpatia. Ai primi caldi gli escono immediatamente i ditoni dai sandali mentre vestito in jeans gigioneggia intorno alla lavagna.

 

 

 

 

 

 

 

 

IL DISCORSO DEL FISICO CARLO ROVELLI

 

(Continua a leggere e clicca qui sotto)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
carlo rovellicrosettorovelli





in evidenza
Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."

Rumor

Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."


in vetrina
Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League

Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League


motori
Stellantis sfida i pregiudizi sull'elettrico con un nuovo format TV

Stellantis sfida i pregiudizi sull'elettrico con un nuovo format TV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.