A- A+
Politica
M5s, riforma Giustizia: "Una caporetto. La prescrizione non andava toccata"
Luigi Di Maio
Lapresse

M5s, riforma Giustizia: "Una caporetto. La prescrizione era un totem"

Il M5s continua nella sua guerra interna, con la difficile mediazione sul nuovo Statuto tra Grillo e Conte. L'ultimo atto è andato in scena ieri in Consiglio dei ministri, dove la delegazione grillina non ha avuto la forza di astenersi sulla riforma della Giustizia e il testo è passato. Anche l’ultimo stendardo è perso, il totem che non si doveva sfiorare. Doveva essere - si legge sul Fatto Quotidiano - la linea rossa da non varcare, posta come condizione per entrare nel governo Draghi, posta al voto degli iscritti. Ma il tempo e la voglia di sopravvivere al governo sono stati più forti, di tutto.

Il capodelegazione Patuanelli - prosegue il Fatto - spingeva per l’astensione in Cdm: “La prescrizione non doveva essere toccata, era stata una condizione per entrare nel governo”. Luigi Di Maio invece non ha detto quasi nulla, buttando lì un monito: “Vi ricordo che lo scontro sulla giustizia ha rappresentato il requiem già per altri governi”. Tradotto, i governi Conte 1 e Conte 2 sono stati abbattuti anche per la prescrizione. E se ora il M5S si prendesse la responsabilità di dire no, è il sottotesto, verrebbe accusato di volere una crisi di governo. In cambio del voto favorevole hanno portato a casa qualche correttivo su corruzione e concussione, per cui i tetti processuali verranno allungati. Provano a dire che è stato un pareggio. Senza crederci.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    m5sriforma giustiziagoverno draghiprescrizionemarta cartabiacontedi maiobeppe grillopatuanelli
    in evidenza
    Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

    Come sarà il weekend

    Ciclone al Sud, sole al Nord
    Il meteo divide l'Italia in due

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van

    Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.