A- A+
Politica
Padre Spadaro "blasfemo ed eretico": il consigliere del Papa sotto accusa
Papa Francesco e  padre Antonio Spadaro

Padre Spadaro sotto accusa: il consigliere del Papa tacciato di "blasfemia ed eresia" per un articolo in cui commenta un passo del Vangelo

Nuovi orizzonti oscuri si addensano sul Vaticano e dire che è appena finita –o così sembra- la vicenda che ha visto contrapposto Papa Francesco a Padre Georg, ex segretario particolare di Papa Benedetto XVI.

Il preclaro gesuita, Padre Antonio Spadaro, direttore de “La Civiltà Cattolica”, la prestigiosa rivista della Compagnia di Gesù, è stato accusato di eresia e blasfemia. Il prelato è assai vicino a Papa Bergoglio e anzi è considerato, è il caso di dirlo, la sua “anima nera” essendo anche Francesco un gesuita. Spadaro è il vero consigliere del Cardinale di Roma e se Monsignor Zuppi, capo della Cei, è il braccio operativo, Spadaro è l’eminenza più o meno pensante. Ma questa volta deve aver pensato male, vista l’accusa gravissima per un personaggio così intimo del Pontefice. Ma cosa è successo in Oltretevere?

LEGGI ANCHE: Padre Georg colpisce ancora. Altra bordata a Papa Francesco dalla Germania

Il 4 ottobre, guarda caso San Francesco, ci sarà un “Super Sinodo” in cui saranno contrapposti due schieramenti: i conservatori contro i progressisti in una riedizione religiosa del confronto politico tra destra e sinistra. Di cosa è accusato il consigliere del Papa?

Di un articolo apparso il 20 agosto su Il Fatto Quotidiano e che è stato etichettato appunto come blasfemo ed eretico. La nota e incontenibile hybris del sacerdote lo ha prevaricato e lo ha portato a comporre nell’articolo un ritratto di Gesù Cristo come quello di un uomo tormentato, umano, imperfetto, pieno di contraddizioni e di ambiguità ed anche nazionalista, legato alla tradizione e al passato e insensibile.

Spadaro commenta infatti un passo del Vangelo secondo Matteo -e precisamente 15:21 – 28- in cui c’è l’episodio della donna cananea che implora il Cristo di liberare la figlia posseduta da un demone. Gesù da principio non vuole aiutarla perché dice che non è questa la sua missione ma poi lo fa. Nell’articolo di Spadaro si evidenzia come alla fine Gesù aiuti la donna liberato «dalla rigidità degli elementi teologici, politici e culturali dominanti nel suo tempo». Il titolo a commento del Vangelo domenicale è: “Semi della rivoluzione. Gesù loda la grande fede di una donna pagana”.

Secondo i tradizionalisti dietro a questa interpretazione di Spadaro c’è una presa di posizione del Papa contro il conservatorismo di parte del clero cattolico, fedele alla vera tradizione biblica ed evangelica. Insomma l’articolo rappresenterebbe un inizio di sparo di artiglieria ad alzo zero per favorire poi l’affondo al Sinodo. Infatti i tradizionalisti da sempre avversano le aperture di Papa Bergoglio in campo sessuale, LBGTQ, la vicinanza alle coppie gay ed una sostanziale apertura modernista, sebbene a corrente alternata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
padre spadaro





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.