A- A+
Palazzi & potere
Recovery Plan, la minaccia dell'Europa: "Pronti a denunciare l'Italia"
Ursula von der Leyen (fonte Lapresse )

Il Recovery plan è pronto, vidimato dal Consiglio dei ministri e oggi sarà inviato a Bruxelles, nel pieno rispetto delle scadenze fissate. È un evento che solo pochi mesi, quando Giuseppe Conte continuava ad andare in giro con bozze raffazonate, sembrava un miracolo. Eppure, c'è poco da festeggiare. Certo, se la Commissione Ue si sbriga a fare le sue valutazioni (ha due mesi di tempo) potremmo riuscire a beccare qualche soldo prima dell'estate, ad aprire qualche cantiere, a mettere in moto la macchina della ripartenza. Bello. In attesa di verificare sul campo quello che Mario Draghi riuscirà a fare, però, una certezza già c'è. Da oggi ci infiliamo in un programma di vigilanza speciale che fa impallidire non solo quello ordinario del patto di stabilità, ma anche quello straordinario imposto dalla troika, scrive Liberoquotidiano.it.

Commenti
    Tags:
    recovery planmario draghiitalia
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

    Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.