A- A+
Politica
Renzi perde la causa contro De Bortoli. Gli dovrà pagare le spese legali
FERRUCCIO DE BORTOLI GIORNALISTA

"Giovane caudillo" e "stantio odore di massoneria": Renzi perde la causa con De Bortoli

Matteo Renzi ha perso la causa contro Ferruccio de Bortoli querelato nel 2020 per “diffamazione aggravata” e dovrà pagare le spese legali. La notizia è stata dal Tirreno: l’ex premier aveva chiesto 200mila euro, dovrà darne a De Bortoli 15mila. Gli articoli incriminati sono due, scritti dall'allora direttore del Corriere della Sera. Il primo del 24 settembre 2014, in cui aveva parlato di “stantio odore di massoneria”, riferendosi al Patto del Nazareno tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi.

Il secondo del 30 aprile 2015 apostrofava invece così Renzi: “Del giovane caudillo Renzi, che dire? Un maleducato di talento. Il Corriere ha appoggiato le sue riforme economiche, utili al Paese, ma ha diffidato fortemente del suo modo di interpretare il potere. Disprezza le istituzioni e mal sopporta le critiche”.

Come spiega il Fatto Quotidiano, la sentenza è stata emessa dal giudice del Tribunale di Firenze, Susanna Zanda: “Per quanto riguarda i limiti della critica ammissibile, essi sono più ampi nei confronti di un politico”. Come spiega sempre il Fatto Quotidiano, "De Bortoli aveva motivato l’allusione alla massoneria, spiegando che non si riferiva a Renzi, ma al Patto del Nazareno, sottoscritto da Silvio Berlusconi, iscritto alla P2, con la regia di Denis Verdini".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
de bortolirenzi





in evidenza
Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura

E non è Selvaggia Lucarelli. Ecco chi è

Ferragnez, dalle stelle al divorzio: c'è una donna dietro la rottura


in vetrina
Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista

Mozzarella, la più buona è al discount: ecco i marchi migliori (e peggiori). Lista


motori
Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.