A- A+
Politica
Salvini e quella frase: "Comando io". Rabbia Di Maio. Poi Matteo smentisce

Governo: Di Maio, 'qui comando io'? Spero Salvini smentisca

"Se fosse vera la frase" attribuita dal quotidiano La Repubblica a Salvini 'qui comando io' "sarebbe grave": lo ha affermato stamattina il vicepremier Luigi Di Maio a Rtl 102.5. "Spero la smentisca, se fosse vera non lo riconoscerei".  "Abbiamo gia' avuto uomini da soli al comando che hanno fatto abbastanza danni", ha aggiunto Di Maio. 

Governo: Di Maio, non si minacciano crisi; deve andare avanti

"Il governo deve andare avanti e fare le cose" ha affermato ancora il vicepremier Luigi Di Maio a Rtl 102, aggiungendo che "oggi non si devono minacciare le crisi".  Successivamente, il leader leghista ha smentito: "Non c’è bisogno di smentite o note ufficiali, perché non si possono rincorrere le fantasie". Il vicepremier anzi ha ribadito: "Io sono impegnato a governare con il Movimento 5 stelle, a collaborare e a confrontarmi con loro. Tutto il resto sono invenzioni, retroscena senza fondamento".

Famiglia: Di Maio, nel Def aiuti su modello francese

"Nel Def saranno inserite misure di aiuto alle famiglie sul modello francese", ha affermato sempre stamattina il vicepremier Luigi Di Maio a Rtl 102,5. "E' il momento di mettere nel prossimo Def provvedimenti per un modello di aiuti alle famiglie sul modello francese: 50% sconto sui pannolini, 50% sulle spese per la baby sitter, un coefficiente famigliare che abbatte l'Irpef a seconda di quanti figli hai", ha spiegato. "La famiglia e' sacra ma anche la liberta' della donna e' sacra". E ancora: "M5S e Lega hanno forti differenze" su questo tema "ma questo lo sapevo gia'. Il tema non e' fare politica sui tipi di famiglia, ma che si fanno sempre meno figli in Italia".

Se la Lega non le dice di si' a questo pacchetto per la famiglia a lei non va bene? "Perche' dovrebbe? - la risposta di Di Maio - E' nel contratto di Governo. Io sono molto fiducioso nel fatto che se restiamo sulle cose concrete si va avanti, quindi adesso mettiamo al lavoro per le famiglie che fanno figli, i giovani genitori, dobbiamo lavorare a questo se vogliamo veramente affrontare il tema delle famiglie. Non solo, - ha aggiunto - sabato abbiamo presentato a trecento ragazzi di tutte le associazioni italiane il nuovo bando Fermenti per le politiche giovanili, li' quest'anno ci sono il 400% di fondi per i giovani in piu' per accedere a dei progetti. Ragazzi che possono presentare in gruppo o in associazioni progetti sul territorio, sull'uguaglianza, sul territorio, sull'ambiente e noi li finanziamo per migliorare la qualita' con progetti elaborati dai ragazzi, credo che queste siano le politiche che ci permetteranno di non fare andare via i giovani e poter fare piu' figli. Sicuramente comunque tanto da fare perche' piu' contratti a tempo indeterminato otterremo col decreto dignita' nei prossimi mesi, piu' giovani avranno una vita piu' stabile e potranno pensare a una famiglia". 

Commenti
    Tags:
    di maiosalvini governolegacrisidefmodello francesem5s
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion

    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.