A- A+
Politica
Ue, Meloni: "Miope non valutare il nuovo scenario nel patto di stabilità"
Giorgia Meloni incontra il Cancelliere austriaco Karl Nehammer

Patto di stabilità, Meloni: "Scenario cambiato, miope non tenerne conto"

Con il Cancelliere austriaco, Karl Nehammer, “abbiamo deciso parlato di come l’Europa debba lavorare in una fase difficile per garantire sicurezza anche in ambito economico. Il Covid e l’aggressione russa contro l’Ucraina hanno modificato lo scenario geopolitico, anche quello economico, e questo tema non può non essere tenuto in considerazione nel momento in cui andiamo a definire le nuove regole sul Patto di stabilità”, ha spiegato il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, al termine del colloquio a Palazzo Chigi con il leader austriaco.

“L’Europa - ha aggiunto Meloni - si è data grandi obiettivi, che condividiamo, ovvero la transizione energetica, la transizione verde e anche lo stesso sostegno all’Ucraina contro la guerra di aggressione russa è una delle nostre priorità. Rispetto alla proposta che abbiamo visto della Commissione pensiamo che non si possa non tenere in considerazione gli investimenti che sono necessari a queste strategie".

"Sarebbe una scelta miope - ha osservato ancora - puntare su transizione verde, digitale, puntare su una capacità maggiore dell’Ue di investire sulla propria difesa e poi non tenere conto di queste priorità”.

Giorgia Meloni e Karl NehammerGiorgia Meloni incontra il Cancelliere austriaco Karl Nehammer
 

Meloni: con Austria grande sinergia su tema dell''immigrazione e difesa dei confini esterni

“Con l’Austria è per noi essenziale una collaborazione assidua. Siamo due nazioni che soffrono la forte pressione dei flussi migratori e questo è stato uno dei temi sui quali Austria e Italia si sono trovate in questi mesi a collaborare e intendono collaborare ancora di più”, spiega il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi con il Cancelliere tedesco, Karl Nehammer. Sottolineando che c’è una “grande sinergia” fra Roma e Vienna sul tema dell’immigrazione, Meloni ha aggiunto: ”Avremo un importante Consiglio europeo a giugno, nel quale la Commissione Ue sarà chiamata a presentare più concretamente il cambio di paradigma e gli strumenti relativi al cambio di paradigma che insieme abbiamo chiesto nella difesa dei confini esterni dell’Ue, nella gestione europea dei flussi migratori, nell’attenzione a tutte le rotte, compresa quella mediterranea, quella marittima, che chiaramente non può essere affrontata come le altre, ma tutte le rotte e tutti i confini esterni dell’Ue devono essere difesi". "Su questo - ha proseguito Meloni - stiamo collaborando e collaboreremo ancora di più nelle prossime settimane. C’è grande sinergia fra noi”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
covidgiorgia meloniguerrapatto di stabilitàue





in evidenza
Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

La conduttrice vs Striscia la Notizia

Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete


motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.