A- A+
Politica
Uss, il padre rimosso da governatore. Nordio ora se la prende con Piantedosi
Artem Uss

Uss, il caso si ingigantisce: Putin caccia il padre dalla Siberia

Il caso Artem Uss continua a tenere banco, non ha aiutato l'interrogazione parlamentare del ministro Nordio, anzi il suo intervento iin Aula ha accesso ancora più gli animi, visto che il Guardasigilli ha chiamato in causa anche Piantedosi per la vicenda della fuga del faccendiere russo: "Le note Usa inviate anche all'Interpol". Il Viminale sapeva che il russo Artem Uss era a rischio fuga, eppure non ha predisposto alcuna misura di vigilanza particolare per impedire che scappasse dai domiciliari. A rivelarlo, nella lingua formale e burocratica della informativa al Parlamento e senza mai nominare il collega di governo che di quel dicastero è titolare, è proprio il ministro Carlo Nordio. Che ieri, davanti a una Camera desolatamente semivuota, ha spiegato che tutte le informazioni arrivate dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti sulla pericolosità del detenuto e sull’alta possibilità che evadesse dall’appartamento di Basiglio sono state condivise, passo dopo passo, con la divisione Interpol del Viminale. Per il dem Enrico Borghi, si tratta del "peggior scaricabarile dai tempi di Kappler".

Alla fine - prosegue Repubblica - qualcuno ha pagato per l’evasione di Artem Uss: Vladimir Putin ha rimosso il padre Aleksander dalla carica di governatore di Krasnoyarsk, la regione della Siberia ricchissima di materie prime. Lo ha comunicato lui stesso sul suo canale Telegram: «Ho avuto un incontro con il presidente e ho ricevuto un’offerta per continuare a lavorare a livello federale". Probabilmente Aleksander Uss paga i pubblici ringraziamenti rivolti al Cremlino per il ritorno in patria del figlio, interpretati come il riconoscimento del ruolo di Putin nella fuga dall’Italia: diversi esponenti nazionalisti lo hanno subito criticato per quell’omaggio maldestro. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
artem uss





in evidenza
Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"

Guarda il video

Annalisa snobba il marito: "Sanremo? Non ci siamo visti, avevamo da fare: è andata così"


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


motori
Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Nuova DACIA Sandero Streetway Journey: eleganza e tecnologia urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.