A- A+
Sport
Calcio in tv, dopo il caso-DAZN: "La Serie A vada in diretta sulla Rai"

La retromarcia di DAZN sulla doppia utenza continua a far discutere e LeU rilancia: “Facciamo trasmettere le partite di Serie A alla Rai”

La Serie A in diretta in chiaro sulla Rai? Sarebbe una svolta clamorosa, ma certamente suggestiva. Da un lato un ritorno al passato, quando la tv di Stato aveva l’esclusiva del gioco più amato del mondo, ma anche una forte innovazione, visto che mai Mamma Rai aveva trasmesso le partite in diretta. Anzi, negli anni ’80, quando la Serie A era il campionato più bello del mondo, con protagonisti come Maradona, Platini, Falcao e Zico, ci si doveva accontentare di un solo tempo della partita-clou della settimana e oltretutto in differita, conoscendone già il risultato!

Pastorino: “Il servizio pubblico trasmetta almeno una parte delle partite”

A proporre di affidare alla Rai la diretta delle partite di Serie A è Luca Pastorino, deputato di Liberi e Uguali, che ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla vicenda DAZN: “Io mi ero già mosso ad agosto, quando già alla prima partita di campionato il servizio era stato scadentissimo. Adesso c’è stata questa retromarcia sulla doppia utenza e meno male, perché sarebbe stata una cosa poco seria e poco opportuna”, ha detto a Radio Cusano Campus. “Qui si tratta di un servizio sostanzialmente in esclusiva, quindi un cambio di condizioni di questo tipo dopo 3 mesi sarebbe stato quantomeno poco opportuno. C’è una norma che dice certe cose, ma quella norma in certi casi va applicata diversamente, come in questo caso in cui esiste un’esclusiva. Il problema andrebbe affrontato affidando almeno in parte la trasmissione delle partite al servizio pubblico. Un intervento normativo in questo senso credo ci possa stare, dobbiamo fare questa battaglia. Dopo che ho sollevato il problema si sono mossi anche altri in Parlamento. E’ un tema di interesse e su cui ragionare. Bisogna trovare una sponda nel governo e secondo me si può fare. Il tema della riserva pubblica delle partite può essere l’inizio per interrompere il monopolio privato dei diritti tv del calcio. Si può provare a creare un meccanismo di tutela pubblica per un servizio che è pubblico e molto popolare”.

DAZN e la doppia utenza: l’esultanza dei consumatori

Sulla retromarcia di DAZN in merito alla doppia utenza esulta anche l’U.Di.Con.: “Dazn ha annunciato che non verrà introdotto nessun cambio in merito alla doppia utenza per gli abbonamenti nella stagione in corso – scrive in una nota il Presidente Nazionale Denis Nesci – ci siamo esposti sin da subito non appena sono iniziati a circolare i rumors circa l’annullamento della concurrency. Oggi ci riteniamo soddisfatti per questo retrofront - momentaneo aggiungerei – che non modificherà le condizioni contrattuali che hanno sottoscritto gli abbonati. Siamo totalmente d’accordo con la società quando auspica a una riflessione seria e concreta sul tema degli abusi contrattuali e della pirateria, ma a farne le spese non devono essere i consumatori che sottoscrivono un contratto pagando un abbonamento.  Le soluzioni devono essere trovate ed attendiamo l’incontro che ci sarà con il Ministro dello Sviluppo economico martedì prossimo. Certo è che sarebbe cosa gradita che a questo incontro partecipino anche le associazioni dei consumatori che sono le prime a ricevere le segnalazioni sui disservizi da parte degli utenti”.

Commenti
    Tags:
    calcio in tvdaznraiserie a




    in evidenza
    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    Politica

    Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

    
    in vetrina
    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

    Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


    motori
    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Citroen nuovo Berlingo, nato per facilitare la vita quotidiana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.