A- A+
Sport
Ancelotti record, è mister Champions: quarto trionfo. Real campione d'Europa
(foto Lapresse)

Ancelotti è mister Champions: 4 in bacheca, 2 col Real Madrid e 2 col Milan. Nessun allenatore come lui

Carlo Ancelotti entra ancor più nella leggenda del calcio. Dopo aver raggiunto il record di numero di finali conquistate (cinque), guida il Real Madrid al 14° trionfo della sua storia, vincendo la finale di Parigi contro il Liverpool (1-0 gol di Vinicius) Il tecnico emiliano è il primo allenatore a conquistare quattro titoli europei per club: due con il Milan nel 2003 (battuta la Juventus di Lippi ai rigori) e nel 2007 (sconfitto 2-1 il Liverpool con gol di Inzaghi e Kakà) e due con i blancos (2014 grazie al 4-1 sull'Atletico Madrid dopo i tempi supplementari e 2022). Staccati Bob Paisley (Liverpool 1977, '78 e '81) e Zinedine Zidane (Real 2016, '17 e '18).

Ancelotti: "Non ci credo, ho vinto 4 Champions con Real Madrid e Milan, le squadre che amo di più"

"Non ci credo ho vinto 4 Champions. Sono stato bravo, aiutato da grandi squadre e grandissimi giocatori due col Milan e due col Real che sono le squadre che ne hanno vinte di più e che amo di più. Tutte e quattro hanno un sapore speciale, dalla prima fino ad Atene al 2014 con la fine dell'ossessione della Decima per il Real. Siamo usciti bene da una partita difficile, abbiamo sofferto nella prima parte ma ce la siamo cavata con la qualità che abbiamo, anche grazie a un grande impegno. Abbiamo negato il gioco verticale al Liverpool, una grande rivale. Ottimi Alaba, Militao, Mendy, perché non ci hanno mai preso alle spalle", racconta Carlo Ancelotti dopo il trionfo in Champions League nella finale vinta 1-0 sul Liverpool di Kloop (gol di Vinicius) dal suo Real Madrid. Quattordicesimo trionfo europeo per i blancos (il Milan secondo ne ha 7, i Reds restano fermi a 6 assieme al Bayern Monaco mentre il Barcellona ne 5) e poker di successi per Carletto.

Real Madrid vince la Champions League. Ancelotti:  "Vinicius ha fatto gol, Courtois ha parato ed è finita"

"Sono contento, non penso ai miei record, ma al successo del Real in una competizione difficile, questa è una Champions meritata, sofferta, l'abbiamo vinta grazie alle qualità individuali dei giocatori, al cuore, all'esperienza, per tutto questo insieme", le parole del tecnico del Real Madrid, Carlo Ancelotti, ai microfoni di Sky Sport dopo il trionfo in Champions League. L'allenatore italiano scherza con Del Piero e semplifica il calcio: "Vinicius ha fatto gol, Courtois ha parato ed è finita", sorride Ancelotti che sa cosa vuol dire guidare una corazzata come il Real. "Questo club vuole sempre continuare a vincere, già pensa al prossimo anno, oggi siamo stati bravi a non fare attaccare il Liverpool dietro la nostra difesa - l'analisi di Ancelotti -. Ci siamo meritati la vittoria. Si è detto che sfortuna che ha avuto il Psg, poi la stessa cosa per il Chelsea, il City...ma qui siamo partiti alla pari, secondo me il Liverpool era la più decifrabile delle altre, ha un'identità chiara e potevamo preparare la partita come l'abbiamo preparata. Forse non abbiamo fatto un calcio estetico staordinario, ma non potevamo rischiare di uscire dalla nostra area con la palla al piede e con i passaggi, li avremmo incentivati a pressare e non era il caso, poi nella seconda parte siamo stati bravi a gestire". Detto che una delle doti migliori di questo Real è il giusto mix di giovani ed esperti, Ancelotti parla del rapporto con il figlio Davide ormai da anni suo secondo. "E' qualcosa di speciale, lavorare con tuo figlio è una delle cose più belle che possa capitare", dice papà Ancelotti che poi racconta cosa si è detto con il presidente Florentino Perez. "Gli ho ricordato che il 20 marzo quando abbiamo perso con il Barcellona, lui mi tranquillizzò, io gli risposi 'hai ragione pres, non preoccuparti vinciamo Liga e Champions', ma l'avevo detto così...", chiude ridendo Ancelotti che durante l'intervista ha anche ricevuto l'abbraccio e i complimenti di Jurgen Klopp.

Champions: Benzema, la coppa piu' difficile; Ancelotti mister migliore al mondo

"Sono felice e orgoglioso di questo gruppo e di questo club, abbiamo ancora una volta vinto la Champions e sono molto felice, questa per me e' la quinta", dice Karim Benzema dopo il trionfo nella finale dello Stade de France contro il Liverpool. "Questa coppa e' stata la piu' difficile, abbiamo battuto Psg, Chelsea, Manchester City, Liverpool, l'abbiamo meritata, siamo stati i migliori e la fortuna non c'entra", dice l'attaccante francese ai microfoni di Sky Sport. "Ancelotti? Il mister e' il migliore al mondo non c'e' nulla da dire", spiega Benzema, in assoluto il grande candidato ad alzare al cielo anche il Pallone d'Oro. "Sono orgoglioso, lavoro per notti come questa, spero di poter continuare cosi'", ha concluso il bomber dei blancos. 

Leggi anche: 

Ponte del 2 giugno: 13 mln di italiani in viaggio e 1 mld di spesa a tavola

Russia lancia il missile Zircon. I segreti dell'arma più terrificante di Putin

Smartphone, il 66% degli italiani lo usa anche a letto: ormai siamo dei cyborg

Caffè salato, è caro-tazzina al bar. Maglia nera: Trento, Cuneo e...

Italia ripescata ai Mondiali 2022: Mancini, sentenza Fifa e.. ECCO LA VERITA'

Governo, Meloni: "Io premier se più votata? Finalmente Salvini lo dice". VIDEO

Enit e AMUR: al via Musica con Vista 2022

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    ancelotticheampions leaguereal madrid




    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.