A- A+
Sport
Choc Eriksen: "E' da escludere l'ipotesi che si sia trattato di epilessia"
(foto Lapresse)

L'improvviso malore di Christian Eriksen durante la partita Danimarca-Finlandia degli Europei 2021 continua a fare discutere. A fronte dell'ipotesi che il calciatore dell'Inter possa essere spiegato con una crisi epilettica, la LICE (Lega Italiana Contro l’Epilessia) ha ritenuto opportuno sgombrare il campo da una serie di equivoci: “Le crisi epilettiche possono esordire e manifestarsi a qualsiasi età, anche all’improvviso a 29 anni, l’età del giocatore danese Eriksen", spiega la presidente Laura Tassi. "Tuttavia non ci sono evidenze cliniche che spingano a favore di una diagnosi legata ad una patologia neurologica e tanto meno ad una crisi epilettica. La manovra con cui è pare sia stato soccorso il giocatore danese Eriksen con l’apertura forzata della bocca per liberare le prime vie aeree spostando la lingua, è assolutamente controindicata in caso di crisi epilettica, contrariamente ad un luogo comune purtroppo ancora troppo diffuso”.

“Al contrario – continua Laura Tassi – per quanto noto al giocatore è stato praticato un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca, manovre che non sono praticabili in caso di crisi epilettica soprattutto se convulsiva, ma indicate in caso di arresto cardiaco come probabilmente accaduto. È bene specificare che fenomeni epilettici, contrariamente da come sostenuto in questi giorni anche da alcuni colleghi, possono comparire a qualsiasi età e per le cause più diverse. Tuttavia, in questo caso le circostanze dell’accaduto fanno pensare che non si sia trattato di una crisi epilettica”.

In caso di crisi epilettiche e di soccorsi ad una persona colpita da una crisi, ricorda la LICE, introdurre un oggetto nella bocca non è una manovra consigliabile nè tantomeno utile alla persona mentre è pericolosa per chi la pratica e chi la subisce. È un falso mito, infatti, la necessità di bloccare la lingua (con un oggetto o con le mani) per facilitare il respiro o evitare il soffocamento.

È invece consigliabile non cercare di immobilizzare il soggetto, trattenendo braccia e gambe, pensando di arrestare la crisi. È bene mettere qualcosa di morbido sotto il capo per evitare eventuali contusioni e girare il paziente su un fianco appena possibile per far defluire la saliva dalla bocca. Bisogna poi attendere che la crisi si concluda e offrire sostegno ed aiuto.

Commenti
    Tags:
    chocerikseneuropeidanimarcaepilessia
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

    Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.