A- A+
Sport
Derby, beffa atroce Lazio: Champions a rischio. Totti: "Game over"

Derby alla Roma, 2-1 alla Lazio. Gol di Iturbe che porta in vantaggio i giallorossi al 28° del secondo tempo. Entra Djordjevic che pareggi, ma è un'illusione per i biancocelesti che piombano subito nell'incubo con il gol del difensore giallorosso Yanga-Mbiwa a cinque minuti dalla fine e tre minuti dopo aver subito l'1-1.

 

La Roma chiude seconda il campionato e si qualifica per la Champions League (con tutti i ritorni economici del caso: 30-40 milioni certi), la Lazio si giocherà il terzo posto in un drammatico spareggio contro il Napoli e al San Paolo nel'ultima giornata di campionato. I partenopei sono a 3 punti e se dovessero vincere lo scontro diretto avrebbero l'accesso ai preliminari della massima competizione calcistica europea per club. Con i ragazzi di Pioli condannati all'Europa League dopo una cavalcata a lungo entusiasmante che li aveva portati sino al secondo posto in classifica...

Totti sventola t-shirt con la scritta "game over" - Un'altra maglietta celebrativa di Francesco Totti per un derby vinto. Dal 'Vi ho purgato ancora' del 2008 al 'Game Over..." della penultima di campionato, che il capitano giallorosso sventola in un Olimpico a stragrande maggioranza biancoceleste. La Lazio e' battuta, la Roma chiude matematicamente seconda ed il numero 10 di Garcia si lascia andare alla gioia, con una t-shirt che recitava sul suo lato frontale: "Stai sempre a parla' ma che te stai a inventa'". Un messaggio ai 'cugini' laziali, costretti ora a fare risultato a Napoli per conservare il terzo posto.

De Rossi "grande impresa e grande volonta' gruppo" - Vincere un derby come quello di oggi e' una liberazione per la Roma che cosi' mette fine alle possibilita' della Lazio di insidiarle il secondo posto e l'accesso diretta alla Champions League. Lo sa bene Daniele De Rossi, un vero gladiatore in campo. "Grande fatica, grande impresa, di grande volonta' di questo gruppo che ha scavato dentro di se' e ha trovato qualcosa perche', al di la' della volonta', non abbiamo visto moltissimo. Questo per ripartire e' la cosa piu' importante, festeggiare, divertirci, sfottere i nostri avversari, ma rendersi conto che facciamo un po' 'cagare' a volte, quindi ripartiamo bene, con le idee ben chiare, se no sara' dura l'anno prossimo, perche' questi vanno forte" dice 'capitan futuro' ai microfoni di Sky Sport

"Adesso per loro si mette male, a noi un pareggio non avrebbe fatto schifo, io non lo nego, anche perche' questa Lazio dal punto di vista tecnico, dal punto di vista della forma delle ultime partite, un pochino faceva paura sinceramente. Noi con il pareggio ce la saremmo andata a giocare con il Palermo all'ultima e loro erano tranquilli a Napoli, tra virgolette. Quindi ci si poteva pensare. Se avessimo visto loro un po' piu' attendisti, come si dice, un po' piu' coperti, magari avremmo aspettato anche noi, cosi' abbiamo fatto poi fondamentalmente, siamo ripartiti in contropiede, noi abbiamo giocatori forti che ti fanno vincere la partita in qualsiasi momento. Pero' dobbiamo migliorare tanto" ammette De Rossi. "Noi siamo stati piu' coperti, piu' attendisti e poi siamo ripartiti in contropiede e abbiamo giocatori forti che ci fanno vincere le partite. Ma ora dobbiamo ripartire" ribadisce De Rossi.

La cronaca - L'avvio e' tutto in chiave biancoceleste, con Candreva che al 3' chiama in causa De Sanctis e Klose che, al 5', si divora il vantaggio con un tuffo di testa a porta sguarnita. Conclusione debole di Parolo al 10', Florenzi e' il piu' pericoloso dei suoi ma non trova assistenza, la Lazio fa la partita e la Roma tenta di ripartire commettendo qualche errore in disimpegno. Dopo qualche nervosismo di troppo, il match si attesta su un chiaro equilibrio, con Iturbe che cerca invano di far valere la propria velocita'. Nella ripresa, Lazio ancora vicina al gol al 3' con un diagonale di Basta di poco fuori. Pioli toglie Lulic per Cavanda, capitan Totti esce tra gli applausi della Sud per Ibarbo. Al 24' doppia chance per la Roma, con Florenzi stoppato in corner e Ibarbo che raccoglie un successivo pallone vagante fallendo una sorta di rigore in movimento. Al 28', vantaggio giallorosso: azione in velocita', assist di Ibarbo per Iturbe che realizza il suo secondo gol stagionale. Al 36' il pareggio biancoceleste con il neo entrato Djordjevic, che deposita in rete di testa l'assist aereo di Klose. Al 40', pero', la Roma torna ancora avanti con Yanga-Mbiwa, che sfiora di testa la punizione di Pjanic battendo cosi' Marchetti per il 2-1 definitivo.

Tags:
derbylazioromachampions league
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.