A- A+
Sport
Il triste addio a Vialli: ha lottato a muso duro, con grinta e coraggio

Morto Gianluca Vialli, dallo scudetto con la Sampdoria alla rovesciata con la Juventus contro la Cremonese

Oggi tutti ricorderanno lo scudetto di Vialli, vinto con la Sampdoria del “gemello del goal”, Mancini, e la Coppa dei Campioni con la Juventus di Boniperti, che in Paradiso abbraccerà Luca, insieme a Mantovani, un padre prima che il rimpianto Presidente blucerchiato.

A me piace sottolineare la spettacolare rete, in rovesciata, con la maglia bianconera, proprio contro la Cremonese, che aveva consentito al figlio della buona borghesia cittadina di iniziare una carriera straordinaria, in campo, discreta in panchina fino al trionfo, come assistente di Mancini, a Euro 2020.

Tanti successi, enorme popolarità, stile, cortesia, eloquio con i congiuntivi al posto giusto e poi la lotta contro il tumore, raccontata per la prima volta nell’intervista-sgub ad Aldo Cazzullo, sul Corriere della Sera, nel novembre del 2018. Quando rivelò l’inizio di una drammatica fase della sua vita, da affrontare “con coraggio e dalla quale imparare qualcosa".

Così è stato. Vialli ha lottato a muso duro - come cantò un artista della musica, il modenese Pierangelo Bertoli, sconfitto dalla stessa malattia di Luca, a 60 anni - “da guerriero, senza patria e senza spada, con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto sul futuro”. E, come l’immenso Pelè, Paolino Rossi e Sinisa Mihajlovic, di Vialli, da ieri, si può dire che i suoi giorni, negli stadi e fuori, li ha vissuti fino al fischio finale (purtroppo, senza tempi supplementari e rigori). Con grinta, tenacia e determinazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vialli




in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.