A- A+
Sport
Jorginho sbaglia un altro rigore: Italia-Svizzera 1-1, Mondiali 2022 a rischio
Roberto Mancini (Lapresse)

Qatar 2022: Jorginho sbaglia match ball, Svizzera frena Italia. Allarme Mondiali

Italia e Svizzera pareggiano 1-1 nel match per il gruppo C delle qualificazioni al mondiale di Qatar 2022. Vantaggio degli ospiti con Widmer al 12°, poi il pari di Di Lorenzo al 36°. Al 90' Jorginho ha sbagliato un calcio di rigore che avrebbe dato agli azzurri la vittoria e 3 punti di vantaggio sugli elvetici a una giornata dalla fine. Le due squadre restano al comando con 15 punti e si giocheranno il primo posto lunedi' prossimo quando gli azzurri affronteranno in trasferta l'Irlanda del Nord e la Svizzera ospitera' la Bulgaria. Tra l'altro quanto costa non qualificarsi ai Mondiali? L'Italia si gioca 100 milioni.

Italia si qualifica ai Mondiali 2022 se... Le combinazioni

L'Italia è davanti alla Svizzera per differenza reti generale (+11 per gli azzurri contro +9), il primo elemento che si guarda in caso di parità, seguito dal numero di reti segnate (13 contro 11). Decisivo a parità di risultato (eventuale vittoria per entrambe) anche il punteggio finale nell'ultima partita delle due squadre: bisogna fare attenzione perché con parità nella differenza reti e nei gol segnati, passerebbe la Svizzera grazie al gol segnato in trasferta all'Olimpiaco dopo lo 0-0 dell'andata a Basilea.

Jorginho sbaglia match ball, Svizzera frena Italia. Mondiali Qatar 2022 a rischio

Incredibile occasione fallita dall'Italia per mettere mano sul pass per i Mondiali di Qatar 2022. Con la Svizzera finisce 1-1 all'Olimpico, ma resta l'amarezza per il rigore fallito clamorosamente da Jorginho a ridosso del 90'. Il centrocampista del Chelsea, al secondo errore consecutivo contro gli elvetici (terzo in Nazionale considerando anche la finale dell'Europeo con l'Inghilterra), calcia alto gettando al vento i 3 punti. Al gol iniziale di Widmer aveva risposto Di Lorenzo. Italia e Svizzera restano quindi appaiate in vetta al Gruppo C a quota 15 punti, lasciando la qualificazione aperta in vista delle sfide a distanza con Irlanda del Nord e Bulgaria. Si mette subito in salita la gara per gli azzurri, costretti ad andare sotto dopo undici minuti dal fischio d'avvio. Okafor scappa in contropiede ingaggiando un duello con Acerbi e scaricando poi per l'accorrente Widmer, che con un destro potentissimo dal limite fredda Donnarumma per il vantaggio elvetico. Al 22' la squadra di Mancini ha una grande chance per il pareggio con Barella, ma Sommer gliela nega con un autentico miracolo sul tiro a botta sicura del centrocampista dell'Inter. Pareggio dell'Italia che arriva comunque al 36', quando Di Lorenzo anticipa l'uscita del portiere svizzero sul calcio di punizione di Insigne, firmando di testa la rete dell'1-1. Attimi di suspense per un controllo al Var per possibile fuorigioco, ma il gol viene convalidato. Nella ripresa gli azzurri non concedono praticamente nulla alla Svizzera, sfiorando incredibilmente il vantaggio al 76', quando un tiro a giro di Insigne deviato da Akanji viene respinto con molta fortuna da Sommer, che tuffatosi al momento della conclusione salva con le gambe quasi senza volerlo. All'88' arriva pero' l'episodio piu' importante del match: Garcia stende in area Berardi, l'arbitro lascia prima proseguire, poi viene richiamato al Var e assegna il rigore per gli azzurri. Jorginho si presenta dal dischetto ma calcia incredibilmente alto. L'ultima occasione per vincerla, alla fine, ce l'ha la Svizzera, che non riesce ad approfittare di uno svarione di Donnarumma, fallendo il match point con Zeqiri.

Italia, Mancini: "Jorginho se la sentiva di tirare il rigore. Giusto che abbia calciato"

Giusto far tirare il rigore a Jorginho? "E' uno dei rigoristi. Se se la sentiva di tirare, è giusto che abbia calciato. Il primo tempo è stato un po' sofferto e abbiamo fatto un po' di fatica. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene, è mancato il gol del 2-1 ma nel secondo tempo li abbiamo tenuti lì". Il ct dell'Italia Roberto Mancini commenta così il pareggio per 1-1 con la Svizzera che rimanda la qualificazione degli azzurri al mondiale. Lunedì a Belfast sfida decisiva con l'Irlanda del Nord. "Partiamo con un vantaggio che non è poco -sottolinea Mancini-. Se noi facciamo una bella partita e facciamo i gol che non abbiamo fatto stasera...

Italia, Di Lorenzo: "Con Irlanda del Nord faremo una grande partita"

"Lunedì abbiamo una partita difficile in trasferta. Ci sono due giorni per prepararla e dobbiamo portare a casa assolutamente la vittoria per raggiungere la qualificazione. Stasera siamo entrati un po' contratti in campo e abbiamo preso qualche contropiede di troppo. Una volta sistemati questi problemi abbiamo fatto una buona partita. Dispiace per questo pareggio ma lunedì faremo una grande partita". Così il terzino azzurro Giovanni Di Lorenzo dopo il pari per 1-1 contro la Svizzera che complica la qualificazione diretta al mondiale per i ragazzi di Mancini. "Sono contento per il gol però la felicità è a metà per questo pareggio. Dispiace, penseremo subito a lunedì per cercare la vittoria", aggiunge Di Lorenzo ai microfoni di Rai Sport che infine commenta l'errore di Jorginho dagli 11 metri. "E' un grande campione e il nostro rigorista. Anche noi gli daremo una mano per passare questo momento".

Italia, Bonucci: "Andiamo a Belfast a vincere"

"Nel primo tempo siamo andati un po' sotto ritmo nella gestione della palla, nel secondo tempo siamo rientrati meglio e potevamo fare di più. A Belfast avremmo dovuto vincere comunque, è la nostra mentalità: non ci andremo pensando di gestire, ma per vincere e portare a casa il mondiale". Dopo il pari per 1-1 contro la Svizzera il difensore azzurro Leonardo Bonucci suona la carica in vista del decisivo match per la qualificazione al mondiale a Belfast contro l'Irlanda del Nord. Gli elvetici ospiteranno la Bulgaria. "Ci sarà da parte di tutte le nazionali massimo impegno -prosegue il 34enne viterbese-, noi da parte nostra dobbiamo semplicemente andare lì e fare il nostro gioco. Senza fretta, con la giusta determinazione, quella di stasera: abbiamo preso due tiri in porta e su uno siamo stati poco cattivi. Ma fa parte del gioco". Ultima battuta sull'errore di Jorginho dagli 11 metri. "È il nostro rigorista e continuerà a esserlo. Quattro mesi fa ci ha portati in finale col rigore decisivo contro la Spagna. Capita a tutti di sbagliare, noi dobbiamo guardare avanti: ora recuperiamo e da gruppo quale siamo andiamo a Belfast a prenderci il mondiale".

Commenti
    Tags:
    italia svizzerajorginhojorginho rigorejorginho rigore svizzera




    in evidenza
    Affari in Rete

    MediaTech

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Il cuore di Roma color blu Balestra, omaggio alla moda: il Centro s'accende

    Il cuore di Roma color blu Balestra, omaggio alla moda: il Centro s'accende


    motori
    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.