A- A+
Sport
L'Argentina di Messi è campione... ma non di stile! "Andiamo a sc**areeee!"

La festa "loca" dell'Argentina, McAllister alla fidanzata: "Ti amo, andiamo a sc**areeeee”

 

 

L'Argentina è campione del mondo di calcio, ma non certo di bon ton. Lo dimostra senza ombra di dubbi Alexis McAllister, con un commento davvero greve sul post Instagram della sua fidanzata. Lei, carinissima, pubblica un'immagine di loro due sul campo durante la festa per il trionfo e scrive: “Ti amo, campione”. E lui, con grazia principesca, risponde: “Ti amo, andiamo a sc**areeeee”, ingentilendo il tutto con alcuni cuoricini. Quanto romanticismo, vero? Speriamo almeno che sia un fake, altrimenti, a sbornia smaltita, è facile che il centrocampista debba sorbirsi una bella ramanzina dalla sua dolce metà.

 

mcall
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E non è certo un episodo isolato, perché il suo compagno di centrocampo Rodrigo De Paul ha festeggiato il trionfo iridato in maniera altrettanto signorile. Sfogandosi per le tante critiche ricevute, l'ex giocatore dell'Udinese ha scritto su Twitter: “E tutti quelli che avevano dubbi, adesso devono succhiarmi per bene il c**zo”. Concetto peraltro ribadito (sia mai che qualcuno equivochi...) nel video registrato con il gentleman Otamendi, i cui tackle sembrano più da wrestling che da fùtbol.

 

 

 

 

 

 

L'episodio più famoso di coatteria legato al successo dell'Argentina in Qatar è però quello che riguarda il portiere Emiliano Martinez. Che fosse un tipo loco lo si era capito subito, ad esempio con le provocazioni nei confronti dei rigoristi avversari e il ballo del pinguino fatto per festeggiare gli errori dei francesi. Negli spogliatoi ha pure chiesto, ironicamente, un minuto di silenzio per la morte di Mbappè, che peraltro lui stesso aveva consolato dopo la fine della partita. Ma il meglio di se' lo ha fornito dopo aver ricevuto il premio (meritatissimo) di miglior portiere del mondiale, allorché ha posizionato il trofeo, a forma di guanto, al centro dell'inguine, simulando un fallo in erezione di fronte a uno sbigottito emiro. “L'ho fatto perché i francesi mi fischiavano: con me l'arroganza non funziona”. Dolce stil novo.

 

GUARDA IL VIDEO DI EMILIANO MARTINEZ CHE PERDE LA TESTA

 

A proposito dell'emiro, un altro aspetto controverso della festa argentina è il mantello indossato da Messi nel corso della premiazione, ma di questo abbiamo già abbondantemente parlato. Nell'esibizione di galateo della Selecciòn, il capitano non ha fatto mancare il suo apporto, soprattutto contro l'Olanda. Resterà indelebile la sua esultanza con le mani alle orecchie proprio di fronte alla panchina degli avversari, insieme all'indegna gazzarra che diversi argentini hanno scatenato dopo il rigore decisivo, sbeffeggiando gli sconfitti. A loro parziale discolpa, va detto che gli olandesi avevano fatto di tutto per provocarli (e quando si va ai rigori, succede), ma anche a mente fredda Messi era decisamente nervoso, come dimostrato dal video nel quale interrompe un'intervista per dire a un misterioso avversario: “Che hai da guardare, stupido? Cerca di andartene...”. In lingua originale è che “Que miras, bobo?”. Strano che Adani, profondo cultore dell'Argentina e di tutto il Sudamerica, non abbia suggerito un cambiamento del titolo del format Bobo TV, del quale è co-protagonista con Vieri, Cassano e “raffinatezza” Ventola.

 

 

Tuttavia, in quanto a raffinatezza, nessuno può competere con gli argentini. Ai cultori del genere dedichiamo una dotta citazione di Freak Antoni, compianto leader degli Skiantos: “Come è noto, a noi Skiantos, in quanto a finezza non ce lo ficca in c*** nessuno". Solo che il mitico gruppo bolognese ironizzava con intelligenza, cosa che non sempre succede sui campi da calcio.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
argentinacoppa del mondoemiliano martinezlionel messimcallistermondiali 2022qatar 2022rodrigo de paul




in evidenza
Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan

Analogie tra bandiere in panca

Fenomeno De Rossi, profeta a Roma. Come Gattuso da mister al Milan


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


motori
DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.