A- A+
Sport
Lukaku: "Il razzismo sta dilagando nel calcio: combattiamolo come in Italia"
Lukaku (Lapresse)

Alla vigilia degli Europei, che cominciano venerdì 11 giugno con Italia-Turchia, Romelu Lukaku lancia un macigno sul mondo del calcio, nel quale, spiega l’attaccante dell’Inter “il razzismo è ai suoi massimi livelli storici”. 

LO SPECIALE DI AFFARITALIANI.IT SUGLI EUROPEI DI CALCIO

Il bomber nerazzurro, che guiderà l’attacco del Belgio nel torneo continentale, in una intervista alla CNN ha raccontato di aver subito insulti razzisti in tutto l’arco della sua carriera, ma ritiene che oggi la situazione sia peggio che mai: “Perché succede adesso? Perché il razzismo dilaga anche nei social media. Capisco bene persone come Thierry Henry che si cancellano dai social. Le società che li gestiscono secondo me dovrebbero fare di più, perché certe persone si possono rintracciare”.

Esattamente come Lukaku, anche l’ex attaccante francese di Juventus e Arsenal ha citato il mancato intervento dei gestori delle piattaforme come ragione della sua uscita dai social. Pochi giorni dopo la decisione di Henry, è stato lanciato un black-out di tre giorni per sensibilizzare i social a fare di più contro il razzismo, specialmente (ma non solo) nel calcio. 

Tuttavia, Lukaku non è ottimista: “Se devo essere onesto, non vedo miglioramenti. Si fanno tante campagne e cose del genere, ma non si vede mai un’azione concreta. In Italia, quando è capitato direttamente a me, qualcosa è stato fatto: la Serie A è davvero entrata in comunicazione con me e con la mia squadra. In sostanza, abbiamo cercato di educare la gente sul fatto che non sia una cosa giusta, perché l’Italia è un Paese meraviglioso, dove sono stato accettato davvero bene da tutti, dai miei tifosi a quelli avversari. Credo che quell’episodio abbia cambiato le cose e debba rappresentare un esempio di reazione da parte dei singoli campionati. Bisogna parlare con i calciatori e cercare di coinvolgere sia loro che le loro squadre”.

Lukaku ha anche fatto un paragone particolare, citando il controverso caso della Superlega: “Quando il progetto è partito, la gente è stata molto rapida nello stroncarlo sui social media, perché i tifosi scendevano in piazza a protestare. Io la penso allo stesso modo, non volevo che la cosa partisse. Ma perché non si mette la stessa energia quando si tratta di combattere il razzismo? In fondo, si tratta sempre delle stesse piattaforme”. 

LO SPECIALE DI AFFARITALIANI.IT SUGLI EUROPEI DI CALCIO
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    romelu lukakurazzismoeuropei di calcio
    in evidenza
    Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

    Scatti d'Affari

    Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

    i più visti
    in vetrina
    Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

    Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


    casa, immobiliare
    motori
    Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

    Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.