A- A+
Sport
Miccoli condannato a 3 anni per estorsione con metodo mafioso

Miccoli condannato: la cassazione conferma la sentenza a 3 anni e 6 mesi per l'ex attaccante del Palermo per estoriosione aggravata dal metodo mafioso

E' arrivata la condanna definitiva per Fabrizio Miccoli. La seconda sezione della cassazione rigettato il ricorso presentato dai suoi legali e ha confermato per l'ex capitano del Palermo la sentenza a 3 anni e 6 mesi di carcere per aver commissionato un'estorsione aggravata del metodo mafioso insieme a Mauro Lauricella, figlio della Kalsa Antonino "u scintilluni". L'uomo a sua volta era già stato condannato a 7 anni. Miccoli ora dovrà costituirsi per scontare l propria pena ma spera che il Tribunale di Sorveglianza applichi misure alternative.

I problemi con la giustizia di Miccoli risale a circa 10 anni fa. L'attaccante con il sostegno del malavitoso aveva cercato di recuperare con la forza una somma di 12mila euro dall'ex titolare della discoteca "Paparazzi" di Isola delle Femmine, Andrea Graffagnini. Nelle intercettazioni i due hanno anche insultato il giudice Giovanni Falcone, considerato "fango". Miccoli in seguito si scusò pubblicamente per queste dichiarazioni. Il calciatore era stato condannato fin dal primo grado con il rito abbreviato. Dal canto suo Miccoli, che ha vestito anche 10 volte la maglia della Nazionale, ha sempre negato di sapere che Lauricella fosse legato a una famiglia mafiosa.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fabrizio miccolimiccoli cassazionemiccoli condannato
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.