A- A+
Sport
Milan-Juventus 2-0 nel segno di Diaz (voto 8: gol alla Messi). Vlahovic disastro. Le pagelle
Brahim Diaz (Lapresse)

Milan-Juventus 2-0 promossi e bocciati: le pagelle

Di Giordano Brega

Diaz voto 9 Gol alla Messi (salta Bonucci, resiste al ritorno di Milik e non perdona Szczesny) che fa scoppiare di gioia San Siro

Tomori voto 7,5 Una rete pesantissima che sblocca il match, in una serata che loprotagonista di un match perfetto: annulla Vlahovic -Milik in coppia con un ottimo Gabbia (voto 7)

Tonali-Bennacer voto 7,5 Padroni incontrastati del centrocampo (con l'aiuto di un generoso Pobega voto 6,5)

Kalulu voto 7 ordinato a destra, non sbaglia nulla e ... che salvataggio su Kean. Bene al rientro anche Theo Hernandez (voto 6,5) sull'altra fascia

Leao voto 7 Due pali d'autore e quando accelera non lo prendono mai

Szczesny voto 6,5 Incolpevole sui gol. Salva il 3-0 nel finale su Origi

Cuadrado voto 5,5 Parte bene sfiorando il gol con un bel diagonale, poi va a spegnersi col passare dei minuti (nel secondo al suo posto entra un McKennie - voto 5 - insolitamente anonimo). Meglio lui di un Kostic privo di spunti (voto 5) sull'altra fascia

Locatelli voto 5 Sovrastato da Tonali e Bennacer: non riesce mai a dettare i tempi di gioco alla squadra (e non fa meglio di lui Paredes - voto 5 - quando entra nella ripresa).

Bonucci voto 4,5 Saltato secco da Brahim sul 2-0 del Milan. Poi si perde anche Origi sul possibile 3-0. Nel naufragio della Juve, meglio Bremer (voto 6-) in mezzo alla difesa

Vlahovic voto 4 Regala a Diaz la palla che apre al 2-0 rossonero e non vede mai la porta. Entra bene Kean nei minuti finali al suo posto (voto 6) ed è un po' più vivo Milik (voto 5,5) al suo fianco (con un paio di conclusioni da buona posizione, pur se innocue)

Diaz Milan JuveBrahim Diaz (Lapresse)
 

Milan, Pioli: partita di intensità elevata

 "È stata una partita di intensità elevata. Abbiamo messo in campo grande energia, pur sbagliando qualcosa di troppo nei primi 20 minuti". Queste le parole di Stefano Pioli ai microfoni di Dazn al termine della vittoria del Milan sulla Juventus. "Leao? L'ultimo tassello per la sua crescita lo deve mettere nella fase di non possesso. Gli manca poco, ha mezzi fantastici. Tomori ha un grande spirito ed entusiasmo. È un grande. A Londra ci siamo disuniti e intimoriti dagli avversari. Oggi abbiamo invece lavorato tanto tutti insieme. Se continuiamo così, le qualità per determinare le abbiamo. Ho deciso di mettere Pobega per avere più sostanza in mezzo al campo. Credo abbia funzionato. In questo momento di carenza sulla fascia destra, De Ketelaere la può fare ma non è la sua posizione ideale. Diaz, all'occorrenza, lo vedo meglio in quel ruolo. Diaz ha grande volontà, anche quando gioca meno. Noi cerchiamo di forzare l'errore dell'avversario, aggredendo sempre. È quello che è mancato con il Chelsea. Complimenti ai ragazzi che hanno speso tanto ma hanno fatto una grande partita".

Juventus, Allegri, ricascati nel periodo negativo

"Sembra fossimo usciti dal periodo piu' negativo, ma stasera ci siamo ricascati. Peccato, perche' siamo partiti bene. Poi non abbiamo piu' creato, sbagliando la misura dei passaggi. E' normale poi pagare questi errori". Queste le parole di Massimiliano Allegri ai microfoni di Dazn al termine della sconfitta della Juventus contro il Milan.

"Abbiamo perso tanti punti contro le medio-piccole. Quando arrivi agli scontri diretti, devi avere una condizione psicologica buona. Abbiamo commesso errori tecnici su entrambe le reti. Dobbiamo rimanere sereni, rimboccarci le maniche e avere la forza di ripartire. Martedi' contro il Maccabi dobbiamo vincere. Noi a un certo punto abbiamo iniziato a giocare all'indietro e in queste situazioni e' normale perdere campo. E' qui che dobbiamo migliorare. Due partite vinte di fila non risolvono i problemi. Oggi sarebbe stato importante fare risultato. Dobbiamo essere piu' cattivi nei contrasti e scrollarci di dosso le paure".

MILAN-JUVENTUS 2-0 TABELLINO

Milan tomori leaoLeao e Tomori (Lapresse)
 

MARCATORI: 45’ Tomori, 54’ Diaz

MILAN (4-3-2-1): Tatarusanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer (dal 83’ Vranckx), Tonali, Pobega (dal 59’ Krunic); Brahim (dal 64’ De Ketelaere), Leao (dal 84’ Origi); Giroud (dal 64’ Rebic). A disp.: Mirante, Jungdal, Dest, Ballo-Touré, Thiaw, Bakayoko, Adli. All. Pioli

JUVENTUS (4-4-2): Szceczny; Danilo, Bremer, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado (dal 46’ McKennie), Rabiot (dal 80’ Soulè), Locatelli (dal 56’ Paredes), Kostic /dal 56’ Miretti); Milik, Vlahovic (dal 78’ Kean). A disp.: Pinsoglio, Perin, Gatti, Rugani, Fagioli. All. Allegri

Iscriviti alla newsletter
Tags:
diazjuventusmilan




in evidenza
Affari in rete

Guarda il video

Affari in rete


in vetrina
Belen paparazzata col nuovo fidanzato. Ecco chi è l'amore misterioso

Belen paparazzata col nuovo fidanzato. Ecco chi è l'amore misterioso


motori
MINI Aceman: innovazione e stile nel nuovo crossover elettrico

MINI Aceman: innovazione e stile nel nuovo crossover elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.