A- A+
Sport
Serie A, Gravina (Figc): 600 milioni di perdite per i club in due anni
LaPresse

Serie A, Gravina (Figc): 600 milioni di perdite per i club in due anni

"La perdita economica per la stagione 2019-2020 per le sole squadre di Serie A, di oltre 200 milioni di euro, per la maggior parte riconducibili alla chiusura degli stadi al pubblico e all'interruzione del campionato tra marzo e maggio del passato anno. Per la stagione in corso, invece, la stima sui minori ricavi, pari a 400 milioni di Euro per le squadre di Serie A, si somma alla piu' grave chiusura dei campionati delle leghe dilettantistiche e giovanili, che non hanno potuto riprendere l'attivita' se non per un breve periodo all'inizio dell'annata sportiva". Cosi' il presidente della Figc, Gabriele Gravina, all'Osservatorio economico e sociale Riparte l'Italia.

"Lo svolgimento in sicurezza dei campionati professionistici e' stato possibile grazie ad uno sforzo sanitario, logistico ed economico senza precedenti di tutte le parti coinvolte - sottolinea ancora Gravina - Il dialogo con le istituzioni, d'altra parte, e' stato continuativo e proficuo, imprescindibile per favorire il coordinamento sulle misure e sui protocolli da mettere in campo per la prosecuzione delle competizioni. Le stime di crisi che all'inizio dell'anno avevamo previsto sono state in parte ridimensionate e contenute, anche se il settore continua a versare in una crisi profonda, dovuta alla mancanza in questi mesi delle fonti di incasso e liquidita' primarie che garantiscono la stabilita' nel flusso di cassa dei club, relative agli abbonamenti allo stadio, al ticketing delle partite, agli introiti televisivi e a quelli degli sponsor". La Figc ha agito istituendo nel giugno 2020 il "Fondo Salva CALCIO" e riconoscendo a gennaio piu' di un 1 milione di euro al Fondo di Solidarieta' per Calciatori, Allenatori e Preparatori Atletici di CALCIO e al Fondo di Solidarieta' per Calciatori e Tecnici per il settore dilettantistico.

 "Il mondo del CALCIO oggi si trova ad un nuovo crocevia, che impone progettazione e visione di lungo termine e che solo facendo tesoro dell'esperienza di questi mesi, con una rinnovata consapevolezza sull'importanza di innovazione e sostenibilita', potra' mettere le basi per giocare la sua partita per la ripartenza, una 'partita' - ha ammesso Gravina - che porti con se' tutti i favori dei pronostici". Nel 2019 il CALCIO ha rappresentato lo sport piu' seguito per ingressi (23,45 milioni pari al 76,93%), per presenze (59.755 spettatori non paganti, pari al 59,24%), per spesa al botteghino (383,628 milioni, il 77,70%), per spesa del pubblico (850,930 milioni, l'81,45%). "Questo patrimonio, di inestimabile valore economico e sociale, non andra' disperso ma canalizzato, messo a disposizione per un sistema piu' virtuoso e sostenibile, che prenda le mosse a partire dalla valorizzazione dei propri principali asset strategici - ha concluso Gravina - Oggi e' quel momento per la Federazione di riscrivere le regole del gioco, disegnando una nuova traiettoria di sviluppo che, a partire dalle difficolta' e dalle sfide di questi mesi, rilanci la crescita del settore all'insegna di valori preziosi di sostenibilita', resilienza e innovazione". 

Commenti
    Tags:
    gravinagravina figcserie a




    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.