A- A+
Sport
Uefa contropiede: pronta a varare la sua Superlega. Introiti da 4,5 miliardi
Robert Lewandowski (Lapresse)

Uefa contropiede: pronta a varare la sua Superlega. Introiti da 4,5 miliardi

La Uefa starebbe negoziando con un fondo di investimento britannico con sede a Londra per creare una nuova Champions League, o una Superlega alternativa a quella creata dai 12 club scissionisti. E' quanto riporta El Mundo Deportivo, rilanciando indiscrezioni riferite da Bloomberg e Rmc. Secondo queste indiscrezioni, il budget iniziale per la nuova competizione partirebbe da 4,5 miliardi di euro e potrebbe arrivare fino a 7 miliardi. La notizia, sottolinea il quotidiano spagnolo, sarebbe la conseguenza dell'accelerazione dei progetti di riforma del calcio europeo imposta dall'annuncio della nuova SUPERLEGA.

Superlega: Le Monde; PSG, al-Khelaifi e Qatar priorità mondiali

"A meno di due anni dalla Coppa del mondo organizzata nei suoi stadi, il Qatar - dove il presidente del PSG Nasser al-Khelaifi prende ordini - farebbe volentieri a meno di un conflitto con l'Uefa e con la Fifa": lo scrive oggi il quotidiano francese Le Monde, spiegando cosi' l'atteggiamento "attendista" del Paris Saint-Germain sulla Superlega. Al-Khelaifi, fra l'altro, ricorda il quotidiano, e' anche alla testa di BeIN Media Group, la piattaforma tv qatariota che trasmette la Champions League in diversi paesi e il Qatar auspica anche che la sua "vetrina parigina" continui ad affrontare "le grandi d'Europa".

SUPERLEGA: ASSE FRANCO-TEDESCO A DIFESA DEL CALCIO EUROPEO

Proprio mentre sembra arrancare sul fronte politico, con l'annunciata uscita di scena di Angela Merkel e l'incertezza della rielezione per Emmanuel Macron, l'asse franco-tedesco è risorto nel giro di pochi giorni a difesa del calcio europeo. Forse non è un caso che tra i grandi club che dovrebbero dare vita alla nuova Superlega del calcio continentale manchino proprio le squadre tedesche e francesi. Su tutte, Bayern Monaco e Paris St Germain, le più ricche e blasonate, che sarebbero membri 'di diritto', secondo i criteri adottati dagli ideatori del progetto, del nuovo esclusivissimo campionato che dovrebbe soppiantare la Champions League e non solo. E forse non è un caso nemmeno il fatto che ad opporsi con forza al nuovo progetto siano idealmente due nazioni che detengono una (la Francia) il titolo Mondiale e l'altra (la Germania), e proprio con il Bayern, l'ultima Champions League. A sottolineare l'impegno francese contro il nuovo progetto, definito una "minaccia" per i "principi di solidarietà e di merito sportivo", è stato lo stesso presidente Macron, che nelle ore successive all'annuncio del varo della Superlega ha diramato un comunicato molto duro, assicurando che Parigi "sosterrà tutti i passi che saranno presi da Uefa, Fifa, Lega calcio e Federcalcio francesi per proteggere l'integrità delle competizioni federali, sia nazionali che europee". E poco importa che il club francese che ha opposto il 'gran rifiuto', il Psg, sia di proprietà di un ricchissimo imprenditore del Qatar, Nasser Al-Khelaïfi.

SUPERLEGA: PREMIER LEAGUE, 'VALUTIAMO TUTTE LE AZIONI PER IMPEDIRNE LO SVILUPPO'

"La Premier League, insieme alla FA, ha incontrato oggi i club per discutere le implicazioni immediate della proposta della Superlega. I 14 club presenti alla riunione hanno respinto all'unanimità e con vigore i piani per la competizione. La Premier League sta valutando tutte le azioni disponibili per impedirle lo sviluppo". Questo è quanto si legge nel comunicato dei 14 club della Premier League che si sono riuniti oggi, escludendo le 'big six', riguardo la Superlega. ''La Premier League - prosegue la nota - continuerà a lavorare con le principali parti interessate, inclusi tifosi, governo, Uefa, FA, per proteggere i migliori interessi del gioco e invitare i club coinvolti nella competizione proposta a cessare immediatamente il loro coinvolgimento. La Premier League desidera ringraziare i tifosi e tutte le parti interessate per il supporto che hanno dimostrato questa settimana su questo importante tema. La reazione dimostra quanto significa la nostra comunità calcistica per le persone''.

UEFA. CONGRESSO VOTA DICHIARAZIONE UNANIME CONTRO SUPERLEGA

Il Congresso dell'UEFA riunito a Montreux si e' chiuso con una votazione unanime contro il progetto Superlega. "L'UEFA e i suoi membri condannano la Superlega - recita il documento letto dal presidente Aleksander Ceferin - Il progetto va contro i principi dell'Europa e i valori sportivi. E' un affronto da parte di un clan egoista di club cospiratori verso il modello europeo che noi dobbiamo proteggere contro chi non ha a cuore il gioco del calcio. Siamo irremovibili e contrasteremo fermamente il progetto, perche' il calcio europeo siamo noi e non loro".

Commenti
    Tags:
    uefa superlegasuperlega uefaceferin
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi

    Ineos Grenadier supera a pieni voti i test sulle Alpi


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.