I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Saluteuropa
Fake News: nulla di nuovo sotto al sole. Forse.

L'impero delle scienze e delle arti è un mondo distaccato dal volgo, ogni giorno vi vengono fatte delle scoperte ma di esso si hanno notizie davvero fantastiche. Era importante confermare quelle vere, prevenire le false,  fissare i punti di avvio e agevolare così la ricerca di quanto ancora è da scoprire."

Ecco alcune delle parole con cui nel 1751 Denis Diderot, editore assieme a Jean-Baptiste d’Alambert della famosa enciclopedia delle Scienze, delle Arti e dei Mestieri, introduce la sua opera.

Rileggere oggi, più 250 anni dopo, queste parole non può che farci pensare a quel mare magnum di conoscenza che è il web ed al problema delle fake news. Nulla di nuovo sotto al sole. Cambiano i tempi, cambiano gli strumenti ma i problemi sono sempre gli stessi. A confermarcelo è ancora Diderot quando afferma:  “Si è scritto molto sulle scienze (…). Ma quanto pochi forniscono i veri princìpi! Quanti altri li soffocano in un turbinio di parole  fino a smarrirli in oscurità artefatte!”

E’ bene lavorare per prevenire l’ignoranza della massa ed arginare quei personaggi in cerca di notorietà che si improvvisano, forti della loro parlantina, guru di chissà quali conoscenze e che così diffondono false notizie per perseguire una propria carriera. Di queste persone Diderot ne ha incontrate parecchie: “…verranno ben presto smascherati gli uomini avidi di celebrità e sprovvisti di genialità che osano pubblicare vecchi sistemi spacciandoli per idee nuove.”

Altrettanto importante però è lavorare su un altro fenomeno che sempre Diderot mette in evidenza: “Quanti di sancita autorevolezza pongono un errore accanto a una verità screditandola, o accreditando grazie a essa l'errore! Sarebbe stato indubbiamente preferibile scrivere meno e scrivere meglio.”

E qui, le persone di sancita autorevolezza sono proprio le persone di sancita autorevolezza, non vergogniamoci a pensare a nomi considerati intoccabili. Nulla di tutto questo ha però spaventato e demotivato Diderot dal perseguire la sua grande opera. Con pazienza e costanza ha realizzato il suo progetto: “Ci siamo presi la briga di recarci nei loro laboratori, d'interrogarli, di annotare le loro spiegazioni, di sviluppare il loro pensiero, di trovare i termini appropriati ai loro mestieri, di elaborare delle tavole e di definirle, di dialogare con coloro dai quali avevamo ottenuto memorie, e (precauzione pressoché indispensabile) di rettificare nei lunghi e frequenti incontri con gli uni ciò che gli altri avevano spiegato imperfettamente, oscuramente e talvolta poco fedelmente.”

AAA cercasi Diderot per il XXI secolo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    diderotenciclopediafake newsmedicinasalute
    in evidenza
    Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

    L'inverno è lontano

    Ognissanti, caldo quasi estivo
    Alta pressione da Nord a Sud

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

    Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.