I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
#SocialFactor
#Colonia: la rete si scaglia contro gli immigrati e la polizia

Più di mille tweet all’ora per commentare i fatti di capodanno: la rete associa #colonia con immigrazione e violenza
I fatti accaduti nella notte di capodanno nella città di Colonia continuano a tenere banco  nell’opinione pubblica di mezza europa. Sul web e sui social la vicenda ha raggiunto dimensioni importanti, rimanendo per giorni uno degli argomenti più discussi.
La copertura dei media è stata molto intensa: dal quattro gennaio sono state pubblicate online una media di circa 670mila notizie al giorno sull’argomento. 
Su Twitter, dal cinque all’otto gennaio, #colonia è rimasto stabilmente tra i principali topic trend italiani, con una media giornaliera di più di mille tweet all’ora. Il picco di popolarità dei fatti di colonia si è avuto tra il 6 e l’8 gennaio, quando l’hashtag è risultato a fine giornata il quarto topic più discusso nella Twitter-sfera. L’argomento #colonia nei giorni presi in considerazione ha avuto una media di più di 8 milioni di visualizzazioni sulla time-line di Twitter. A rendere la vicenda cosi virale su Twitter è stato il coinvolgimento dei principali influencer del mondo dei media. Tra i più attivi e popolari troviamo sky tg24, La Repubblica ed il Fatto Quotidiano. 
Passando all’analisi del sentiment della rete su #colonia notiamo che le parole più correlate a questo hashtag sono tutte di matrice negative. Tra le parole più twettate su #colonia troviamo infatti donne e stupro. Inoltre sia in Italia che in Germania intorno a #colonia abbiamo ritrovato molto spesso le key word “polizia” e “immigrazione”: le persone sembrerebbero additare lo stupro ad una colpevole inefficienza della polizia verso gli immigrati. E proprio qualche giorno dopo le aggressioni la prima testa a saltare è stata quella del capo della polizia di Colonia, Wolfgang Albers. Nei giorni seguenti i fatti di capodanno in Germania ci sono state numerose manifestazioni contro gli immigrati che hanno compiuto le aggressioni. Su twitter in coincidenza di questi eventi abbiamo registrato ancora migliaia di tweet contro la polizia, rea di essere stata dura con i militanti di destra scesi in piazza e troppo molle contro i responsabili dei fatti. Il sentimento chiave della twitter-sfera mostra dunque un’esacerbazione degli animi verso gli immigrati di matrice islamica. 
Su face book, invece, abbiamo registrato il silenzio di importanti protagonisti della scena politica italiani come Beppe Grillo e Matteo Renzi. In realtà quasi tutti i ministri italiani, a parte Paolo Gentiloni, sembrano snobbare la questione ritenendo poco importante scrivere un post sull’accaduto.

@guidopetrangeli è autore e fondatore del http://www.ilsocialpolitico.it/

Commenti
    Tags:
    colonia-immigrati-rete
    in evidenza
    Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

    Tra mobilità e sostenibilità

    Automotive, da ALD la svolta
    Arrivano nuove soluzioni green

    
    in vetrina
    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

    Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


    motori
    Nuova smart #1,il domani è già arrivato

    Nuova smart #1,il domani è già arrivato

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.