Cronache

Saronno, rivendevano strumenti medici dell'ospedale: due arresti

 

Milano, 5 giu. (askanews) - I carabinieri di Varese e i finanzieri di Saronno hanno arrestato per peculato in concorso la dirigente farmacista dell'ospedale di Saronno e l'amministratore di una società specializzata nella vendita di dispositivi medici, accusati di rivendere materiale sanitario del nosocomio.Nel novembre scorso l'azienda sanitaria "aveva rilevato una serie di ordinativi anomali partiti dalla farmacia ospedaliera di Saronno a firma della dirigente indagata". Sempre secondo quanto spiegato dagli investigatori, "la dottoressa, grazie alla discrezionalità di cui godeva in ragione dell'incarico che le consentiva di disporre liberamente dei fondi dell'ospedale di Saronno, acquistava presidi medici facendoli apparire come ordini effettuati nell'interesse e per conto dell'ospedale, addebitandone i costi all'ente pubblico, mentre successivamente li consegnava all'imprenditore indagato, il quale a sua volta, attraverso la società, li rivendeva con regolare fattura ad altri clienti, molto spesso altri ospedali pubblici, ignari della provenienza illecita"."I servizi di pedinamento hanno accertato che la dottoressa, all'esterno dell'ospedale, riconsegnava all'imprenditore i dispositivi medicali, dopo averli opportunamente travasati in scatoloni 'anonimi'".