A- A+
Coronavirus
Covid, la pandemia rallenta:indice di positività scende al 12,31% ma 853 morti

Lieve aumento dei nuovi casi Covid in Italia: 23.232 nelle ultime 24 ore (ieri 22.930) a fronte di 188.659 tamponi (quasi 40mila più di ieri). Ma scende la percentuale positivi/tamponi: 12,31% quando ieri era al 15,4%. In grosso aumento i decessi, 853 oggi (ieri 630), con il numero totale delle vittime che arriva a 51.306. I guariti, oggi 20.837 (ieri 31.395), sono in tutto 605.330. In lieve rialzo, dopo che ieri per la prima volta si era registrato un -9.098, il numero delle persone attualmente positive: +1.537 per un totale di 798.386. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. 

Locatelli (Css): "Numeri incompatibili con riapertura sci"

"Non sottovalutiamo l’economia ne' l’importanza per chi ama questo sport di dover rinunciare. Ma i numeri attuali non rendono compatibile un’ipotesi di riapertura, vorrebbe dire esporre tutto il Paese a una ripresa della curva epidemica". Lo ha detto  il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, al punto stampa al ministero sull’analisi della situazione epidemiologica, in merito all'ipotesi di riaprire allo sci. "L'attività sciistica - ha ribadito - in questo momento non è compatibile con i numeri che continuiamo a vedere". 

Oggi si registrano 23.232 casi, in leggero aumento rispetto a ieri ma con 40mila tamponi in più. Purtroppo accompagnati da 853 decessi, il dato più alto della seconda ondata. Lo ha detto il Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, al punto stampa al ministero sull’analisi della situazione epidemiologica. "Oggi 188.659 tamponi - ha spiegato - ed è diminuita la proporzione di positivi sul totale dei tamponi. Però brutto dato dei decessi, 853, in aumento di 200 rispetto a ieri. Un numero purtroppo alto. Come sappiamo anche quando tendono a diminuire i nuovi casi grazie all’impatto delle misure prese gli indicatori che calano per ultimi sono proprio quelli relativi al sovraccarico delle terapie intensive e al numero dei decessi. C'è cauto ottimismo perché diminuiscono i positivi, controbilanciato da questi numeri sui decessi, sappiamo che gli effetti di questa lunga scia si vedranno per diverso tempo".

"Oggi il rapporto positivi-tamponi scende a 12,31%, si conferma una chiara riduzione della trasmissibilità. Le terapie intensive sono 6, i ricoveri 120. Indubitabilmente questi indicatori vanno nella riduzione sperata, e servono per trovare ulteriore motivazione a perseguire tutta la strategia messa a punto". Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, al punto stampa al ministero sull’analisi della situazione epidemiologica. Quanto all'alto numero di decessi, "purtroppo continueremo ancora per qualche giorno a pagare un prezzo collegato a un periodo in cui il virus circolava in maniera più massiva".

Commenti
    Tags:
    coviddati covidbollettino oggibollettino 24 novembre
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Un bel cappio per il collo Ecco i primi aiuti dello stato

    Covid vissuto con ironia

    Un bel cappio per il collo
    Ecco i primi aiuti dello stato

    i più visti
    in vetrina
    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."

    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.