A- A+
Coronavirus
Governo, lunedì 26 aprile Italia tutta gialla. Solo due Regioni ancora rosse

Governo, lunedì 26 aprile Italia tutta gialla. Solo due Regioni ancora rosse

Il Coronavirus in Italia non smette di far paura, complici anche le varianti che lo rendono più aggressivo. I numeri non migliorano come sperato, i dati più preoccupanti restano quelli relativi all'occupazione di posti letto nelle terapie intensive, ancora sopra la soglia critica del 30% e soprattutto i morti giornalieri, la cifra è impressionante, sesto Paese al mondo per decessi. Ma nonostante queste statistiche il governo ha deciso di riaprire seppur parzialmente il Paese a partire da lunedì 26 aprile. L'Italia si tingerà quasi tutta di giallo, fatta eccezione per poche Regioni.

Con un indice Rt inferiore a 1 e un’incidenza di casi settimanali inferiore a 250 per 100 mila abitanti, - si legge sul Corriere della Sera - hanno ottime probabilità di diventare gialle in molte. Per la Toscana il via libera potrebbe arrivare già oggi dopo il monitoraggio, mentre la Campania resterebbe arancione soltanto perché non sono trascorsi i giorni necessari dall’ultimo cambio di colore. Quest’ultima regione come la Toscana ha un Rt molto vicino a 1 e un’incidenza di casi settimanali sopra 200 per 100 mila abitanti. Ancora in arancione rimarrà la Sicilia. In bilico tra arancione e giallo la Calabria e la Basilicata. La Puglia potrebbe passare in arancione. Sardegna e Valle d’Aosta sono le uniche che potrebbero restare in rosso e non passare all’arancione. Buone probabilità di passare al giallo le hanno: Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Veneto e le provincie autonome di Trento e Bolzano.

Nonostante questi numeri «la circolazione del virus nel nostro Paese rimane ancora sostenuta», dice il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta. Secondo l’ultimo report, - prosegue il Corriere - diminuiscono di 375 unità i ricoveri in terapia intensiva nell’ultima settimana ma 12 Regioni sono oltre la soglia critica del 30%: Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta, Emilia-Romagna, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Liguria, Calabria. 

Commenti
    Tags:
    governogoverno draghiriaperturecoronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiazona giallaitalia giallariaperture dateriaperture palestreterapie intensive
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    David di Donatello, il commovente discorso della figlia di Mattia Torre

    Spettacoli

    David di Donatello, il commovente discorso della figlia di Mattia Torre

    i più visti
    in vetrina
    Elodie: calze a rete-tacchi a spillo, lezioni di danza seducenti (foto-video)

    Elodie: calze a rete-tacchi a spillo, lezioni di danza seducenti (foto-video)


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo: Giulia GTA il massimo della potenza e del piacere di guida

    Alfa Romeo: Giulia GTA il massimo della potenza e del piacere di guida


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.