A- A+
Costume
Bianca Balti: "A 18 anni mi hanno stuprata a un rave". La rivelazione a Belve

La modella Bianca Balti ospite a "Belve" racconta: "A 18 anni ho subito uno stupro a un rave party"

Una Bianca Balti inedita è quella che vediamo stasera (7 marzo), ospite di Francesca Fagnani a "Belve". La modella che vive a Los Angeles con la secondogenita Mia, nata dal suo secondo matrimonio e insime a Giacomo Urtis e Al Bano, è la protagonista del talk show di Rai. 

LEGGI ANCHE: Bianca Balti choc: "Vicino alla scuola di mia figlia c'era un uomo armato"

Bianca Balti, la modella racconta a "Belve" della violenza sessuale subita

Aveva già raccontato di aver subito una violenza sessuale, ma a "Belve" Bianca Balti ritorna sull'argomento e durante l'intervista racconta a Francesca Fagnani nuovi particolari della sua giovinezza. "A 18 anni ho subito uno stupro. Ero a un rave party, ero in stato di ebbrezza: non ero lucida. È successo con un ragazzo che avevo conosciuto quella sera e che mi piaceva. Da un bacio si è passati alla violenza", racconta Balti.

La top model Bianca Balti rivela, poi, di non aver mai voluto denunciare quanto accaduto e, anzi, di aver tentato più volte di mettersi in contatto con quest'uomo. "L'ho cercato per tantissimo tempo. Andavo a tutti i rave sperando di rincontrarlo, giusto per fare pace con l’idea che magari c’era una storia e non uno stupro. L'ho incontrato dopo anni quando già facevo la modella, usciva da un SERT. Mi ha fatto piacere vederlo: nella mia mente avevo bisogno di normalizzare questa esperienza, di dire siamo solo amici".

LEGGI ANCHE: Bianca Balti senza veli mostra le cicatrici della doppia mastectomia

Bianca Balti, dalle passerella alla dipendenza dalle droghe e la maternità

Prima della Bianca Balti top model richiesta dalle maison prestigiose di moda c'è un'altra parte che non conoscevamo, quella della sua giovinezza. A "Belve" l'influencer racconta del momento in cui ha capito di dover uscire dal tunnel della droga: "Ho provato tutte le droghe, anche gli oppiacei. Ho smesso quando non ce la facevo più, quando non avevo più voglia di vivere. Quello è stato il momento più basso, avrei voluto morire, ma siccome non ero abbastanza coraggiosa da togliermi la vita, ho detto proviamoci".

Poi, l'intervista vira su un argomento molto caro a Bianca Balti: la maternità. La giornalista Francesca Fagnani le chiede come mai la figlia Matilde, al momento del divorzio da Christian Lucidi, abbia deciso di vivere con il padre. "Al tempo mi stavo trasferendo a Los Angeles. Era l’ennesimo trasloco e quindi lei ha deciso di andare a vivere con il padre. Solo di recente mi ha confessato che lo aveva fatto perché voleva un po' di stabilità. Ne ho sofferto tantissimo. Però poi ti abitui anche alle cose più brutte, e grazie al cielo c’è la tecnologia".
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
belvebianca baltifrancesca fagnanistupro





in evidenza
Prime lancia lo spin-off di Lol "Angioni futuro della comicità"

L'intervista ai tre giudici

Prime lancia lo spin-off di Lol
"Angioni futuro della comicità"


in vetrina
Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky

Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky

motori
Mercedes- Benz, bene il 2023 grazie a “lusso” e attenzione ai costi

Mercedes- Benz, bene il 2023 grazie a “lusso” e attenzione ai costi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.