A- A+
Costume
Draghi perplesso: "Perché dobbiamo usare tutte queste parole inglesi?". VIDEO

Proprio lui, Mario Draghi, l'uomo del "Whatevere it takes", reso famoso nel mondo da quelle tre parole pronciate in inglese, oggi nel corso della visita al Centro vaccinale di Fiumicino ha lasciato trapelare la sua perplessità sull'opportunità di aver introdoto tante parole inglesi nella lingua italiana.

Il premier Draghi stava presentando le nuove misure del governo in tema di "smart working" e "baby sitting", quando ha interrotto per un attimo il discorso che stava leggendo e ad alta voce, con un mezzo sorriso, si è chiesto: "Chissà perché dobbiamo usare tutte queste parole inglesi". Una domanda che sicuramente riaccenderà un dibattito che dura ormai da decenni e darà più convinzione ai tanti italiani contrari all'introduzione di troppe parole straniere nella nostra lingua.

Qualche esempio di parole inglesi diventate ormai di uso corrente in italiano? Dalla politica, con Jobs act, stepchild adoption e spin doctor, al mondo degli affari, con freelance, startup e customer care, dalla moda, con must have, make up e outfit, alla tecnologia, con smartphone, computer e social netowrk, per passare al cinema, alla musica, al cibo... Basta concentrarsi un attimo e ci si renderà conto di quante parole straniere, soprattutto inglesi, utilizziamo ogni giorno, quasi senza accorgerci,  nei nostri discorsi quotidiani in ufficio o a casa.

Smart working e baby sitting, Draghi: "Chissà perché dobbiamo usare tutte queste parole inglesi"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
draghidraghi inglesedraghi parole inglesimario draghiparole inglesi italiano





in evidenza
Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

Guarda il video

Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"


in vetrina
Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia

Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia

motori
Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.